salta al contenuto

Scheda pratica - Il Registro generale dei testamenti

aggiornamento: 13 novembre 2018

Il Registro generale dei testamenti consente di conoscere se una persona deceduta ha fatto testamento, in Italia o all’estero. Attraverso il Registro può essere chiesto, infatti, al competente organismo di uno Stato estero aderente alla Convenzione internazionale di Basilea il rilascio di un certificato degli atti di ultima volontà iscritti in quell'organismo, relativi alla persona deceduta.
Gli Stati che sino ad oggi hanno ratificato la Convenzione sono, oltre l'Italia:
Francia, Cipro, Turchia, Belgio, Paesi Bassi, Portogallo, Lussemburgo, Spagna, Estonia, Lituania, Ucraina.
Gli interessati possono richiedere al Registro generale dei testamenti la certificazione delle iscrizioni risultanti a nome della persona defunta e l’indicazione dell'archivio notarile distrettuale presso il quale gli atti iscritti sono depositati, qualora il notaio sia cessato.
 

La richiesta

La richiesta al Registro sconta un’imposta di bollo da € 16,00, da corrispondere in modo virtuale mediante versamento del relativo importo, e può riguardare contestualmente:

  • uno o più certificati sulle iscrizioni contenute nel Registro stesso (rilasciabili in formato cartaceo o elettronico, a scelta del richiedente/dichiarante);
  • uno o più certificati sulle iscrizioni esistenti nell'organismo competente di uno o più degli Stati suddetti.

Il modulo di richiesta, riportato nella sezione moduli di questa scheda, può essere trasmesso anche per posta elettronica semplice o certificata rispettivamente agli indirizzi registrogeneraletestamenti.ucan@giustizia.it e registrogeneraletestamenti.ucan@giustiziacert.it allegando copia semplice di documento di identità del richiedente. Tale modulo consente di indicare la modalità di rilascio del certificato richiesto (se in formato cartaceo o elettronico) e di prestare le dichiarazioni sostitutive previste dal d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445.
In caso di assenza o morte presunta, occorre allegare copia del provvedimento che ordina l'apertura degli atti di ultima volontà dell'assente o copia della sentenza dichiarativa di morte presunta.
Per i certificati degli organismi esteri è necessario il certificato di morte originale o altra prova ritenuta sufficiente dell'avvenuto decesso del testatore secondo l'ordinamento dello Stato estero.
 

►Il costo

Per ogni certificato rilasciato dal Registro è dovuto l'importo di € 37,16 (tassa fissa € 5,16; valori bollati € 32,00, di cui € 16,00 per la richiesta ed € 16,00 per il certificato).
Per ogni certificato richiesto presso l'organismo competente di uno Stato estero è dovuto l'importo di € 50,00 (tassa fissa € 34,00; valori bollati € 16,00 per la richiesta).
Ad esempio: se con la stessa richiesta si vuole il rilascio di 1 certificato del Registro generale ed 1 certificato dell'organismo competente della Francia, l'importo totale dovuto è di € 71,16 (€ 37,16 per il certificato italiano + € 34,00 per il certificato estero).
 

Modalità di ritiro

Il certificato in formato elettronico, firmato digitalmente, viene trasmesso all’indirizzo di posta elettronica indicato sulla richiesta.
Il certificato in formato cartaceo può essere ritirato direttamente presso la sede del Registro. Se invece lo si vuole ricevere per corrispondenza in Italia, si dovrà versare anche uno dei seguenti importi, a seconda del tipo di servizio postale con il quale, a scelta del richiedente, il Registro provvederà alla spedizione del certificato:

  • € 1,27 con Posta 4 (posta ordinaria)
  • € 6,21 con posta raccomandata
  • € 7,13 con posta assicurata.
     

Ad esempio: se il richiedente ha scelto la posta raccomandata, il versamento complessivo dovrà essere pari a € 43,37.

L’ufficio suggerisce l'utilizzo, quanto meno, della posta raccomandata.

Per la spedizione del certificato cartaceo all'estero sono previsti i seguenti importi differenziati a seconda delle zone postali

Importi spedizione

Zone Area geografica Posta prioritaria
valore in €
Raccomandata
valore in €
zona 1 Paesi dell'Europa e bacino del Mediterraneo 1,32 8,17
zona 2 Altri Paesi dell'Africa, Paesi dell'Asia e Americhe 2,76 9,66
zona 3 Oceania 3,57 10,41


Il pagamento

Il pagamento può essere effettuato:

  • in contanti o POS (bancomat e carte di credito, con aggiunta di una commissione), direttamente presso la sede del Registro
  • con bollettino di conto corrente postale
    n. conto corrente postale:17596008
    intestazione: Registro generale dei testamenti
    indirizzo: Via Padre Semeria,95 00154 Roma
  • mediante bonifico bancario o postale sullo stesso conto corrente postale, utilizzando i seguenti estremi:
    intestazione: Registro generale dei testamenti
    indirizzo: Via Padre Semeria,95 00154 Roma
    codice BIC: B P P I I T R R X XX
    codice IBAN: IT 08 K 07601 03200 000017596008
  • Per i bonifici provenienti da conti correnti esteri l’importo versato dovrà essere in alcuni casi maggiorato, come indicato nella seguente tabella, a causa di corrispondenti costi aggiuntivi addebitati al Registro generale dei testamenti da Poste italiane S.p.a.
     
Costi aggiuntivi per accredito bonifici da conti correnti esteri
Paesi Costi aggiuntivi
Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania,
Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo,
Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia,
Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria
€ 0,00
Principato di Monaco, Svizzera e tutti gli altri Paesi € 9,00

 




 

Questa scheda ti ha soddisfatto?