Riforma del ministero - Decreti attuativi

a cura del Gabinetto del ministro, con il coordinamento del Responsabile della Trasparenza

I DECRETI ATTUATIVI del d.p.c.m. 84/2015
 

  • Decreto 18 ottobre 2017 - Modifiche al decreto 17 giugno 2016, concernente l’individuazione, presso l’Amministrazione degli archivi notarili, degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti, ai sensi dell’art. 16, c1 e c2, del d.p.c.m 84/2015
     
  • Decreto 17 giugno 2016 - Decreto del Ministro della giustizia recante misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra l’Ufficio centrale degli archivi notarili del Dipartimento per gli affari di giustizia e altre articolazioni del Ministero della giustizia, nonché concernente l’individuazione, presso l’Amministrazione degli archivi notarili, del personale e dei servizi degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti, ai sensi dell’art. 16 c1 e c2 d.p.c.m. 84/2015

    Il decreto individua le unità dirigenziali non generali presso l’Ufficio centrale degli archivi notarili e le articolazioni territoriali dell’Amministrazione degli archivi notarili e ne definisce i relativi compiti. Adotta altresì le misure organizzative necessarie allo svolgimento da parte del Capo del dipartimento per gli affari di giustizia delle funzioni di vigilanza che gli competono sull’Amministrazione degli archivi notarili e di vigilanza e controllo sull’Ufficio Centrale degli archivi notarili, per il coordinamento informativo ed operativo tra l’Ufficio Centrale e le altre articolazioni del Ministero della giustizia, allo scopo di favorire la razionalizzazione e informatizzazione delle strutture dell’Amministrazione degli archivi notarili.
     
  • Decreto 2 marzo 2016 - Concernente l'individuazione presso il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria degli uffici di livello dirigenziale non generale, la definizione dei relativi compiti e l’organizzazione delle articolazioni dirigenziali territoriali ai sensi dell'art. 16 c1 e c2 del d.p.c.m. 84/2015, nonché l’individuazione dei posti di funzione da conferire nell’ambito degli uffici centrali e periferici dell’amministrazione penitenziaria ai sensi dell’art. 9 del d.lgs. 63/2006.

    Il decreto individua gli uffici di livello dirigenziale non generale dell’Ufficio del Capo del dipartimento e degli Uffici dirigenziali generali istituiti presso l’Amministrazione centrale e le articolazioni territoriali dell’Amministrazione definendone i relativi compiti e provvedendo alla loro distribuzione tra le strutture di livello dirigenziale generale. Adotta le misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra le articolazioni del Ministero della giustizia interessate dalla riorganizzazione. Individua i posti di funzione da conferire ai dirigenti penitenziari, nonché gli incarichi dei primi dirigenti e dirigenti superiori del Corpo e dei dirigenti contrattualizzati appartenenti all’Amministrazione. Nell'ambito dell'Amministrazione periferica, definisce l'organizzazione delle Scuole di formazione, dei Provveditorati regionali e degli Istituti penitenziari.

     
  • Decreto 3 febbraio 2016 - Concernente l'individuazione presso il Dipartimento affari di giustizia e il Dipartimento organizzazione giudiziaria, personale e servizi degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti e recante misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra le articolazioni dell'amministrazione interessate dalla riorganizzazione ai sensi dell'art. 16 c1 e c2 d.p.c.m. 84/2015

    Il decreto individua gli uffici di livello dirigenziale non generale del Dipartimento per gli affari di giustizia e del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, e ne opera la distribuzione tra le strutture di livello dirigenziale generale definendone i relativi compiti. Provvede altresì all'adozione delle misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra le articolazioni del Ministero della giustizia interessate dalla riorganizzazione.

     
  • Decreto 27 gennaio 2016 - Recante misure relative all'organizzazione e al funzionamento del sito internet e alla rete intranet del Ministero della giustizia, per la razionalizzazione dei processi informatici e di comunicazione telematica relativi alle attività e ai servizi svolti dall'amministrazione, ai sensi dell'art. 16 c2 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto disciplina l'organizzazione e il funzionamento del sito del Ministero www.giustizia.it al fine di valorizzare e di conferire un indirizzo unitario alla comunicazione istituzionale relativa alle attività e ai servizi svolti dall'Amministrazione.

     
  • D.m. 19 gennaio 2016 n. 17 - Regolamento recante disposizioni sulle modalità di funzionamento della Conferenza dei capi dipartimento, ai sensi dell’art. 3 c6 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto disciplina le modalità di funzionamento della Conferenza dei capi dipartimento ed i suoi rapporti con l'Ufficio di Gabinetto.

     
  • D.m. 19 gennaio 2016 - Recante misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra la Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati del Dipartimento dell'Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi e altre articolazioni del Ministero della giustizia, nonché concernente l'individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti ai sensi dell'art. 16 c1 e c2 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto definisce l'organizzazione della Direzione generale dei sistemi informativi automatizzati ed individua gli uffici di livello dirigenziale non generale in relazione alle competenze ad essa attribuite dal regolamento e, conseguentemente, procede a regolare i rapporti di tale Direzione con le altre articolazioni del Ministero della giustizia.

     
  • D.m. 14 dicembre 2015 - Recante misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra la Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie e altre articolazioni del Ministero della giustizia e per l’individuazione delle misure di raccordo con le competenze di altri dipartimenti, nonché concernente l’individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti ai sensi dell’art. 16 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto definisce le misure organizzative funzionali alle attività generali in materia di procedure contrattuali del Ministero, attribuite alla competenza della Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie, programmate sulla base del piano generale dei fabbisogni dei beni e dei servizi dell'amministrazione centrale e degli uffici giudiziari nazionali, adottando le misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo con le altre articolazioni del Ministero ed individuando le misure di raccordo con le competenze in materia di risorse e tecnologie di altri dipartimenti. Individua, altresì, gli uffici dirigenziali non generali ad essa afferenti con i relativi compiti ed il personale ad essi destinato.

     
  • D.m. 14 dicembre 2015 - Recante misure necessarie al coordinamento informativo ed operativo tra la Direzione generale degli affari giuridici e legali del Dipartimento per gli affari di giustizia e altre articolazioni del Ministero della giustizia, nonché concernente l’individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale e la definizione dei relativi compiti ai sensi dell’art. 16 c2 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto definisce l'organizzazione della Direzione generale degli affari giuridici e legali del Dipartimento per gli Affari di giustizia in relazione alle nuove attribuzioni ad essa assegnate dal Regolamento, regola i suoi rapporti con le altre articolazioni del Ministero in materia di contenzioso, individua gli uffici dirigenziali di livello non generale ad essa afferenti con i relativi compiti ed il personale ad essi destinato.

     
  • D.m. 17 novembre 2015 - Concernente l'individuazione presso il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità degli uffici di livello dirigenziale non generale, la definizione dei relativi compiti, nonché l’organizzazione delle articolazioni dirigenziali territoriali ai sensi dell’art. 16 c1 e c2 del d.p.c.m. 84/2015.

    Il decreto individua gli uffici di livello dirigenziale non generale afferenti alle Direzioni generali e all'Ufficio del Capo del Dipartimento del nuovo Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità e ne definisce i relativi compiti. Individua, inoltre, le articolazioni dirigenziali territoriali del Dipartimento, suddivise in Uffici distrettuali e Uffici interdistrettuali, per i compiti di esecuzione penale esterna, e Centri per la giustizia minorile.

     
  • D.m. 5 ottobre 2015 - Individuazione dei compiti e degli Uffici della Direzione generale per il coordinamento delle politiche di coesione di cui all'art. 16 c12 del d.p.c.m. 84/2015 recante “Regolamento di riorganizzazione del Ministero della giustizia e riduzione degli uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche”.

    Il decreto definisce l’organizzazione e la dotazione del contingente di personale e delle risorse della struttura temporanea costituita dalla Direzione generale per il coordinamento delle politiche di coesione, attua il coordinamento fra tale struttura ed i vari dipartimenti e direzioni generali, individua gli uffici dirigenziali non generali ad essa afferenti e ne definisce i relativi compiti, nel rispetto dei principi di invarianza di spesa.

aggiornamento: 30 ottobre 2017