salta al contenuto

Servizio civile nell'esecuzione penale esterna - 2019-2020

aggiornamento: 15 aprile 2020


RIATTIVAZIONE DEI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE SOSPESI 
IMPIEGO degli OPERATORI VOLONTARI nell'AMBITO dell'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA da COVID-19


Alla luce delle disposizioni contenute nella Circolare del Dipartimento per le politiche giovanili e per il Servizio Civile Universale (SCU) del 4 aprile 2020 , la Direzione Generale  per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova, acquisiti i consensi dei volontari di servizio civile e le disponibilità delle Direzioni degli Uffici interdistrettuali per l’esecuzione penale esterna, comunica che le attività di servizio civile riprenderanno dal giorno 16 aprile 2020  secondo le modalità concordate dagli OLP e dalle Direzioni degli Uffici con i volontari già assegnati.

Per l’UIEPE di Venezia le attività di servizio civile sono interrotte fino al superamento delle condizioni straordinarie connesse all’emergenza epidemiologica che allo stato non consentono all’Ufficio di garantire la sicurezza dei volontari.

I volontari, fino a nuove disposizioni del Dipartimento per le politiche giovanili e per il Servizio Civile Universale, svolgeranno le attività comprese nei loro Piani delle attività che dovranno sottoscrivere e provvederanno a redigere un “foglio presenze” da comunicare alla Direzione dell’UIEPE di assegnazione.

 


Il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile Universale pubblica la circolare 4 aprile 2020

che reca indicazioni agli enti circa l’impiego degli operatori volontari del servizio civile universale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La finalità è consentire di riattivare i progetti attualmente sospesi e far iniziare quelli non ancora avviati, così da contribuire alla gestione della straordinaria situazione di emergenza che il Paese sta affrontando, nel rispetto delle disposizioni del Governo e in linea con i principi di precauzione e cautela che il contesto impone.

Entro il 15 aprile alla luce delle attuali condizioni organizzative degli Uffici locali per l’esecuzione penale esterna, la Direzione Generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova, comunicherà al Dipartimento per le politiche giovanili e per il Servizio Civile Universale quali, tra le soluzioni prospettate è possibile prendere in considerazione.

I volontari di servizio civile fino al 15 aprile 2020 continueranno ad usufruire dei permessi straordinari.
I volontari devono produrre formale dichiarazione circa la volontà a proseguire secondo le modalità prospettate:

  1. dalla circolare del 4 aprile 2020 del Servizio civile
  2. e dalle disposizioni che la Direzione generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova trasmetterà agli UIEPE nei prossimi giorni.

 

 

Il Dipartimento per le politiche giovanili e per il Servizio Civile Universale (SCU) ha emanato la Circolare 10 marzo 2020 recante indicazioni agli enti di servizio civile in relazione all’impiego degli operatori volontari nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 che annulla e sostituisce le circolari di pari oggetto del 24 e 25 febbraio, del 2, 6 e 8 marzo uu.ss.

La circolare, tra le altre cose dispone, la sospensione fino al 3 aprile p.v. dei progetti di servizio civile sull’intero territorio nazionale e la conseguente sospensione dal servizio degli operatori volontari.

I volontari di servizio civile sono, pertanto, in permesso straordinario per causa di forza maggiore.

Pertanto, come già comunicato il 10 marzo 2020 alle Direzioni degli Uffici per l’esecuzione penale esterna dove i volontari di servizio civile sono impiegati, il progetto è sospeso fino al 3 aprile p.v.

La ripresa delle attività previste dal progetto dopo tale data, sarà condizionata dallo sviluppo dell’emergenza epidemiologica e dalle disposizioni che saranno emanate dagli organi competenti.

 

AGGIORNAMENTI sul progetto SEGUICI
 

 

 

Il Dipartimento per le politiche giovanili e per il Servizio Civile Universale (SCU) ha finanziato il progetto nazionale “SEGUICI: per un impegno responsabile nella giustizia di comunità” presentato dalla Direzione Generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova (DGEPE) del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità per un totale di 42 volontari da impegnare, sia a livello centrale che locale, presso gli 11 uffici interdistrettuali di esecuzione penale esterna adulti.

Gli aspiranti volontari potranno presentare una sola domanda di partecipazione indicando un'unica sede e secondo le modalità riportate nel bando (https://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord2019.aspx), pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel bando.

La domanda di partecipazione debitamente firmata deve essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma DOL (Domanda On Line) ed è necessario essere in possesso del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Domanda On Line

Il termine per l’invio delle domande è alle ore 14.00 del 10 ottobre 2019. Le domande ricevute oltre i termini stabiliti e/o trasmesse con modalità diverse da quelle indicate non saranno prese in considerazione.



Bando di selezione

► Progetto SEGUICI: per un impegno responsabile nella giustizia di comunità

Elenco delle sedi e dei relativi orari di ricevimento per la richiesta di informazioni