salta al contenuto

Hai cercato:
  • data di pubblicazione:  Anno 2018  Annulla la faccetta selezionata
  • tipo di documento:  scheda di sintesi  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Magistrato ordinario - 10 ottobre 2018 - Concorso per 330 posti - Scheda di sintesi

 

Avviso 3 ottobre 2019
 

Decreto 3 ottobre 2019 - Modifica Commissione esaminatrice

 

 

►Avviso 1° ottobre 2019 - Correzione elaborati

Nel database dell’Ufficio concorsi risultano al 30 settembre 2019:

  • Buste corrette - 706 (ogni busta contiene gli elaborati di un candidato).
  • Candidati idonei - 59


 

 

►Avviso 2 agosto 2019 - Correzione elaborati

Nel database dell’Ufficio concorsi risultano al 2 agosto 2019:

  • Buste corrette - 378 (ogni busta contiene gli elaborati di un candidato).
  • Candidati idonei - 27


 

 

►Avviso 27 giugno 2019 - Ritiro dei codici

I candidati che hanno lasciato i propri codici presso la Fiera di Roma in occasione dello svolgimento delle prove scritte del concorso a 330 posti di magistrato ordinario, indetto con D.M. 10 ottobre 2018, possono ritirarli, previo contatto telefonico, presso il Ministero della Giustizia, Roma, via Arenula, n. 70, piano terra, stanze n. 51, 53, 70, dall’ 1 al 12 luglio 2019, nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì: dalle 11 alle 13
  • il martedì e il giovedì: anche dalle 15 alle 16

Recapiti telefonici: 066885 3135, 2642, 2972.

 

►Avviso 24 giugno 2019 - Richiesta certificato presenza prove scritte

Per ottenere il certificato di presenza, il candidato deve accedere alla procedura utilizzando le credenziali usate per inviare la domanda di partecipazione; la pagina di accesso si chiama RICHIESTA COPIA ATTI E CERTIFICATI

In caso di problemi, inviare mail a ufficioconcorsi.dgmagistrati.dog@giustizia.it

 

 

Avvisi 10 giugno 2019

  • I candidati che hanno portato a termine le prove sono 3.091
     
  • Come già comunicato in sede concorsuale, conformemente al dettato normativo, le operazioni di raggruppamento delle buste contenenti gli elaborati si svolgeranno
    presso il Ministero della giustizia, via Arenula, n. 70, Roma, piano terra, stanza 50,
    nei giorni 18, 19 e 20 giugno 2019, con inizio alle ore 9

    Chi volesse partecipare, comunichi il proprio nominativo all’indirizzo mail: ufficioconcorsi.dgmagistrati.dog@giustizia.it
     
  • I codici che i candidati hanno lasciato presso la sede concorsuale della Fiera di Roma, potranno essere ritirati presso il Ministero della giustizia a breve, con le modalità e negli orari che saranno pubblicizzati sul sito. Allo stato non è possibile procedere alla restituzione

 

Comunicazioni 7 giugno 2019 - Terza prova riguardante il diritto amministrativo

Estratta traccia n. 1:  Delineati i tratti essenziali del giudizio di ottemperanza, si soffermi il candidato sulla penalità di cui all'art. 114, comma 4, lett. e) del D.L.vo n. 104/2010 (c.d. "astreinte") e sulla ammissibilità di una sua revisione nel "giudizio per chiarimenti".

Altre due tracce non estratte:

traccia n. 2: L'atto amministrativo implicito.

traccia n. 3: Premesso un inquadramento di carattere generale dei procedimenti concessori, tratti il candidato della concessione demaniale marittima con particolare riferimento alle problematiche che pone il rinnovo o la proroga della stessa.

Sono presenti in totale n. 5557 candidati.

 

Comunicazioni 6 giugno 2019 - Seconda prova riguardante il diritto penale

Domani parteciperanno alla terza ed ultima prova 5.559 candidati.

Estratta traccia n. 3: La responsabilità penale dell'incaricato alla riscossione del credito di terzi mediante violenza o minaccia.

Altre due tracce non estratte:

traccia n. 1: Premessi cenni sui criteri distintivi tra concorso di reato e concorso apparente di norme, tratti il candidato in particolare del rapporto tra le fattispecie di dichiarazione fiscale fraudolenta di cui agli artt. 2 e 3 D.Lvo n. 74/2000 e le altre figure di reato caratterizzate da frode e falsificazione.

traccia n. 2: Il campo di applicazione del principio di irretroattività della norma penale sfavorevole, con riferimento anche all'esecuzione delle pene detentive e delle misure alternative alla detenzione.

Sono presenti in totale n. 6.322 candidati.
 

Comunicazione 5 giugno 2019 - Prima prova riguardante il diritto civile

Estratta traccia n. 3Modi di acquisto delle servitù prediali. Tratti in particolare il candidato della servitù di mantenere una costruzione a distanza illegale da altra costruzione o dal confine e della configurabilità della medesima servitù in caso di immobile costruito abusivamente.

Le altre due tracce non estratte:

traccia n. 1: Esperibilità dell'azione revocatoria con riferimento alla divisione convenzionale.

traccia n. 2: Prelazione volontaria e prelazione legale. Tratti il candidato della tutela dei coeredi in caso di vendita, da parte di uno di essi, della quota di comproprietà dell'unico immobile ereditario.

Sono presenti 6.682 candidati

 

Avviso 3 giugno 2019 - Comunicazione ai candidati

Sì ricorda ai candidati di utilizzare l'ingresso nord per accedere alla fiera di Roma. I padiglioni dedicati al concorso sono 7, 5, 6 e 4.

 

 

Avviso 30 maggio 2019

Decreto 29 maggio 2019 - Modifica Commissione esaminatrice

 

 

Avvisi 27 maggio 2019:

La certificazione di presenza concernente la partecipazione alle prove scritte del concorso a 330 posti di magistrato ordinario, indetto con D.M. 10/10/2018, potrà essere acquisita informaticamente dal 24 giugno 2019, accedendo con le stesse credenziali utilizzate per la presentazione della domanda di partecipazione.

Dal 24 giugno 2019, le modalità ed il link per l’accesso saranno disponibili sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia.
 

 


Avviso 23 maggio 2019 - codici ammissibili alle prove scritte


Facendo seguito alle richieste che pervengono dai candidati in ordine alla tipologia dei codici ammissibili alle prove scritte, al fine di assicurare il buon andamento delle operazioni concorsuali, si ribadisce che sono vietati i codici illustrati, annotati e/o commentati con dottrina e/o giurisprudenza (con esclusione delle sentenze della Corte costituzionale riportate in addenda ai singoli articoli interessati direttamente dalle pronunzie di incostituzionalità totale o parziale), esplicitati articolo per articolo, muniti di schemi di qualunque genere, contenenti "mappe" esplicative o "tabelle" che non siano quelle previste dalla legge (ad es. in materia di stupefacenti), aggiunte, suggerimenti o specificazioni di tipo dottrinario o enciclopedico di qualunque tipo.

In conformità agli orientamenti espressi dalle Commissioni dei precedenti concorsi nazionali in magistratura, sono ammissibili i codici, comunemente diffusi in commercio, corredati da indici cronologici, analitico-alfabetico (o sistematico-alfabetico) e/o sommario.
Si rammenta, infine, che la Commissione esaminatrice procederà al controllo dei codici e dei testi ammessi in ogni momento della procedura (tutti i giorni compreso il giovedì di sospensione) sino alla conclusione delle prove concorsuali. Salvo che il candidato non si ritiri, gli è fatto divieto di portare via, al termine delle prime due prove scritte, i codici che ritenga non più utilizzabili.

L'Amministrazione presenterà denunzia penale nei confronti del candidato che verrà trovato in possesso di un codice dolosamente artefatto.

Richiamando gli inviti contenuti nel decreto ministeriale 26 febbraio 2019, contenente il diario degli esami (art. 2), si raccomanda vivamente di verificare preventivamente con accuratezza il proprio materiale e di adottare ogni precauzione per scongiurare il rischio di restare comunque sforniti di codici in caso di non accettazione.

 

 

Avviso 22 maggio 2019 - Divieto utilizzazione fogli protocollo forniti dall'Amministrazione
 

E' vietato, prima della dettatura della traccia, utilizzare i fogli protocollo forniti dall'Amministrazione per redigere appunti, schemi o annotazioni di qualunque genere.

Il candidato che contravviene alla presente disposizione sarà escluso dalla procedura concorsuale mediante immediata espulsione.

Al termine della prova, ogni candidato, pena l'espulsione, dovrà consegnare sia la bella che la brutta copia, nonché restituire all'Amministrazione i fogli residui non utilizzati.


Il Presidente della Commissione
Lorenzo Orilia

 


Avvisi 21 maggio 2019

AVVISO AI CANDIDATI AI SENSI DELL’ART. 11 R.D. 15.10.1925 n. 1860

  • E’ fatto divieto assoluto di introdurre nelle aule telefoni cellulari, agende elettroniche, smartwatch ed altri strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni ovvero alla ricezione e trasmissione di dati, carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni non autorizzati.
  • Ai sensi dell’art. 7 R.D. n. 1860/1925,  i candidati possono consultare i semplici testi dei codici, delle leggi e dei decreti dello Stato, del «Corpus iuris» e delle istituzioni di Gaio, da essi preventivamente comunicati alla commissione, e da questa posti a loro disposizione previa verifica.
  • Nessuna spiegazione in ordine  al tema potrà essere richiesta dai candidati, né data dai commissari.
  • Salvo sacchetti trasparenti contenenti alimenti e bevande, non è consentita l’introduzione di contenitori o borse di qualunque genere o dimensione. I candidati sono invitati a non portare con sé tali oggetti  mancando un servizio di custodia e guardaroba.
  • Durante l’espletamento della prova non è consentito allontanarsi dall’aula di esame per approvvigionarsi di generi alimentari e bevande.
  • E’ rigorosamente inibito ai concorrenti, durante tutto il tempo in cui si trattengono nei locali destinati per l’esame, di conferire verbalmente coi compagni o di scambiare qualsiasi comunicazione per iscritto, come pure di comunicare in qualunque modo con estranei.
  • Potranno essere effettuati controlli ai sensi dell’art. 7 R.D. n. 1860/1925.
  • Il mancato rispetto delle prescrizioni suindicate, di quelle contenute nel D.M. 26 febbraio 2019, delle disposizioni impartite nel corso degli esami dalla Commissione esaminatrice, della normativa  generale contenuta nel  R.D. n. 1860/1925 e nell’art. 13 D.P.R. n. 487/1994, nonché ogni condotta fraudolenta o violenta comporterà l’immediata esclusione del candidato dall’esame.
  • I concorrenti non potranno accedere ai bagni prima di due ore dall’inizio della prova né potranno lasciare la sede d’esame prima di quattro ore dalla dettatura del tema, anche in caso di ritiro o di espulsione.
  • Vige in tutti locali il divieto di fumare.

Il Presidente della Commissione
Lorenzo Orilia


AVVISO MATERIALE NON CONSENTITO E REGOLE REDAZIONE ELABORATO

In relazione alle prove scritte, si richiama quanto stabilito nel decreto ministeriale 26 febbraio 2019.

In particolare:

E’ fatto assoluto divieto di introdurre nell’aula d’esame carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque genere non autorizzati, telefoni cellulari, agende elettroniche e qualsiasi strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati.
Si rappresenta che le aule saranno sottoposte a schermatura e che i concorrenti potranno essere sottoposti in qualsiasi momento a controlli.
Non è altresì consentito introdurre borse di alcun tipo o dimensione: i candidati, oltre agli indispensabili effetti personali, potranno portare con sé, per consumarli nel corso delle prove, alimenti e bevande contenuti in appositi sacchetti trasparenti.

Non sono previsti servizi di guardaroba o deposito bagagli; pertanto i candidati sono invitati a lasciare altrove qualsiasi oggetto di cui non è permessa l’immissione in sala.

Parimenti, non è possibile introdurre POST IT, MATITE, EVIDENZIATORI O PENNARELLI, PENNE DI COLORE ROSSO, RIGHELLI.

IL TEMA DEVE ESSERE SCRITTO, SIA IN BELLA CHE IN BRUTTA COPIA, CON PENNA DELLO STESSO COLORE (COLORE NERO O BLU)

SI RACCOMANDA, ALTRESI, DI NON SOTTOLINEARE I CODICI ED I TESTI DI LEGGE CHE SARANNO SOTTOPOSTI AL VAGLIO DELLA COMMISSIONE

Il Presidente della Commissione
Lorenzo Orilia

 


Avviso 20 maggio 2019

Dal 1 al 7 giugno 2019, il personale dell’Ufficio Concorsi Magistrato Ordinario sarà impegnato in altra sede per lo svolgimento delle prove scritte del concorso a 330 posti, indetto con D.M. 10 ottobre 2018.
Pertanto, eventuali missive dovranno essere depositate presso l’ufficio ACCETTAZIONE.
Per gli stessi motivi, nel periodo dal 1 al 7 giugno 2019 , il personale dell’Ufficio Concorsi Magistrato Ordinario non potrà procedere con gli adempimenti connessi con la ricezione del pubblico.
Si prega di rivolgersi eventualmente alla segreteria del Direttore Generale dei Magistrati per attività urgenti.
Le attività riprenderanno il giorno 10 giugno 2019, secondo le modalità e gli orari consueti.
 

►Le operazioni concorsuali avranno inizio il 1° giugno 2019 presso la Fiera di Roma

 

Avviso 14 maggio 2019

  • I candidati il cui cognome inizia con la lettera “d” si identificheranno e consegneranno i codici al padiglione 6. Nello stesso padiglione sosterranno le prove scritte.

  • Si  prega di utilizzare l’ingresso NORD della Fiera di Roma, per accedere alla sede concorsuale.

 

 

Avviso 29 marzo 2019 - D.m. 26 febbraio 2019 - Diario prove scritte

 

 

Avviso 20 febbraio 2019 - Domande irricevibili (pdf, 1114 Kb)

 


Avviso 16 novembre 2018

 

Per problematiche tecniche, i candidati possono chiedere supporto esclusivamente via e-mail a:
supportotecnicoutenti.siticoncorsiesami@giustizia.it, indicando:

  • Oggetto: Supporto procedura Magistrati
  • Richiedente:
  • Codice fiscale:
  • Mail utilizzata nella registrazione:
  • Breve descrizione della problematica:

In casi particolari il supporto può valutare di contattare il candidato telefonicamente per la soluzione della problematica segnalata.

Per problematiche giuridiche inerenti al bando, i candidati dovranno inviare mail con il quesito all’indirizzo di posta elettronica specificato nell’art. 15 del bando

Possono partecipare al concorso di cui trattasi, solo ed esclusivamente coloro i quali siano in possesso dei requisiti previsti dal decreto legislativo 5 aprile 2006, n. 160, nel testo vigente, e dall’art. 73, comma 11 bis, del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, nel testo vigente (articoli 2, 3 e 4 del bando). I requisiti devono essere posseduti entro i termini di vigenza del bando, pena l’esclusione dalla procedura.
I candidati devono inoltre essere in regola con il pagamento del contributo di 50 euro che va versato con una delle modalità indicate nel bando entro i termini di vigenza dello stesso.


REGISTRAZIONE

ACCESSO alla procedura di compilazione della domanda

PASSWORD dimenticata