salta al contenuto

Hai cercato:
  • istituti penitenziari:  Padova CR  Annulla la faccetta selezionata

Torna indietro

Giglio del santo - prodotti dal carcere

Giglio del Santo "Giotto"

Ingredienti Farine (di frumento e d’orzo integrale), burro, fichi secchi (fichi, farina di riso), uova, zucchero, latte in polvere, agenti lievitanti (carbonato di sodio E500, Di-fosfato disodico E450), alcool, zenzero, sale. Peso 100 gr. Costo 4.00 €

Produttore:

Work Crossing Cooperativa Sociale p.a.
Via Forcellini 172 - 35128 Padova
049  8033100
mail: info@idolcidigiotto.it
www.idolcidigiotto.it


Istituto:

Casa di reclusione - PADOVA NC


Note:

I sapori del Trecento padovano - orzo, fichi e zenzero - si sposano alla meraviglia in questo dolce semplice e gustoso.

L’immagine più diffusa dell’iconografia antoniana rappresenta Sant’Antonio nelle sembianze di un giovane religioso, con Gesù Bambino fra le braccia e un giglio in mano. Il giglio, secondo la simbologia medioevale, è simbolo di purezza, e secondo la tradizione dell’epoca fu proprio Gesù Bambino ad offrirlo ai santi per infondergli questa virtù. Per augurare a chi assaggerà questo dolce la stessa virtù abbiamo voluto arricchire questo dolce, fatto principalmente di orzo e fichi, ingredienti tipici dell’epoca, con lo zenzero che all’epoca si riteneva essere cura per molti mali. Già Santa Ildegarda nel Medioevo infatti prescrive lo zenzero come rimedio alla peste e per secoli è usato contro il contagio tanto che nel ‘600 a Padova durante un’epidemia si impone agli abitanti di masticare zenzero.