salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 28 febbraio 2013

Severino: Papa Benedetto XVI, io lo ricordo così

Roma. L'incontro di Papa Benedetto XVI con i detenuti di Rebibbia

La guardasigilli Paola Severino oggi, 28 febbraio 2013, giorno in cui Benedetto XVI scende dal soglio di Pietro e diventa Papa emerito, scegliendo di vivere nascosto al mondo, ricorda l'incontro avvenuto poco più di un anno fa nel carcere di Rebibbia, un incontro che "ha segnato profondamente il cammino" che ha percorso nei mesi successivi. Una giornata che l'ha accompagnata come Ministro e come persona, dalla scelta di non preparare un testo di suo pugno ma di affidarsi alla lettera che il suo "primo detenuto" le aveva fatto scivolare in tasca durante una visita, all'inattesa disponibilità del Papa, teologo raffinato, nel rispondere alle domande dei detenuti, con un linguaggio semplice e diretto. Lo sguardo laico e quello spirituale che assieme si rivolgono all'umanità dolente che dalle carceri chiede speranza e dignità. Il suo pensiero la ministro lo affida a questo scritto apparso su Il Messaggero.

 [FEA]