salta al contenuto

Dati
Schede trasparenza istituti penitenziari - 2018

PALIANO - Casa di reclusione

Aggiornamento del: 06/02/2018 ore: 15:19:28

Caratteristiche e storia

La fortezza è situata su un colle a 476 metri, circondata da una doppia fila di baluardi. Diverse sono le origini attribuite al nome della cittadina: che la fa derivare da una tribù romana la gens pollia chi da ufundus pollanius. Il territorio palianese è incastonato fra ciociaria storica e la campagna romana, fu abitato da tempi antichissimi. La prima menzione del castello " Pallianus" comparì in atto di donazione fatto alla Badia Sublacense nel 1085. Paliano e la sua fortezza svolsero un ruolo di primo piano nel controllo delle vie che collegavano lo Stato Pontificio con il meridione d'Italia. Il dominio della Famiglia Colonna sul territorio palianese iniziò già nel XIII, ma la l'ufficializzazione avvenne solo nel 1425 quando il Papa Martino V investì Antonio Prospero ed Edoardo del titolo di feudatari di Paliano. Opere di fortificazione furono svolte dai principi Colonna tra il 1556 e il 1565. Di medievale non rimane che il maschio centrale, quadrato e massiccio, con coronamenti di beccatelli in travertino. I lavori sulle mura del castello furono realizzati su disegno dell'architetto Sallustio Peruzzi. Nella Sala del Capitano, in buono stato di conservazione, vi è la rappresentazione del trionfo di Marcantonio Colonna nella Battaglia di Lepanto del 7 Ottobre 1571. Restaurata agli inizi del XVII secolo, la Fortezza restò di proprietà dei Colonna fino al 4 Giugno 1844. Abrogata la giurisdizione feudale Aspremo Colonna ne fa spontanea e gratuita donazione alla Santa Sede e dopo l'Unità d'Italia diviene proprietà dello Stato Italiano. All'interno di furono rinchiusi diversi patrioti: si conserva un carteggio di questi in occasione della spedizione garibaldina del 1867. Nel 1870 la Fortezza fu adibita a casa penale, vi furono istituiti opifici di lavoro tra cui quello per la confezione di spazzole destinate al Regio Esercito e Marina. Da 1915 in poi la Fortezza di Paliano è stata carcere mandamentale e sanatorio. Alla fine degli anni 70 è stata trasformata in carcere di massima sicurezza. La struttura, che risponde a requisiti di sicurezza interni ed esterni, si caratterizza per essere l'unico Istituto in Italia che ospita soltanto collaboratori di Giustizia ed in più vi è un reparto sanatoriale, dove sono ristrette persone affette da TBC polmonare, le quali sostano il tempo necessario per l'espletamento delle cure e degli accertamenti sanitari. Osservazione, trattamento e rieducazione sono i cardini del sistema penitenziario moderno, sui quali si poggia l'operato della Casa di Reclusione di Paliano.

Come si raggiunge

in auto: proveniente da Sud uscita Anagni - Fiuggi direzione Fiuggi svincolo Paliano, proveniente da Nord uscita Colleferro direzione Paliano.DIREZIONE FIUGGI SVINCOLO PALIANOPROVENIENTE DA NORD USCITA COLLEFERRODIREZIONE PALIANO

mezzi pubblici: Ferrovie dello Stato tratta Roma- Napoli stazione Colleferro Pulman cotral direzione Paliano.PULMAN COTRAL DIREZIONE PALIANO

Spazi d'incontro con i visitatori
-4 sale colloqui - 4 a norma
-Si aree verdi
-Si ludoteca
Spazi e impianti comuni
-1 campo sportivo
-5 palestre
-5 aule
-1 teatro
-1 biblioteca
-1 locale di culto
-4 laboratori
-3 officine
-5 mense detenuti
Stanze di detenzione
stanza
detenzione
bagno
separato
finestra
bagno
docciabidetlavaboacqua
calda
luce
naturale
riscaldamento
54XXXXXXXX

numero complessivo delle stanze in istituto 54

Attività

Scheda sul lavoro in carcere

Scolastiche

alfabetizzazione
istituzionale  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 10

scuola primaria
istituzionale  - attività in corso  - iscritti 10

scuola secondaria
istituzionale  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 5

scuola secondaria di 2° grado
Istituto tecnico - Commerciale ragioneria  - istituzionale  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 16

poli universitari
politico-sociale - iscritti 1

formazione professionale:

tipo di corsoagenzia formatriceattività
iconografiavolontariato comunità s.Egidioin corso
ceramicavolontariato associazione francescaniin corso
Lavorative

gestite dall'amministrazione penitenziaria Pizzeria - falegnameria - ortocultura- allevamento
persone impiegate 12 con turnazione mensile

Culturali e sportive

attività sportive

>Palestra e calcio - organizzato Direzione istituto - anno 2017/2018 - in corso - detenuti 20

attività religiose

>Inconti di catechesi e liturgia - organizzato Cappellano dell’Istituto, diocesi di Palestrina, gruppi e volontari - anno 2017/2018 - in corso - detenuti 40
>eventi socio culturali occasionali - organizzato associazione e enti vari - anno 2017/2018 - in corso - detenuti 35
>corso musica-coro - organizzato congregazione religiosa - anno 2017/2018 - in corso - detenuti 15

detenuti coinvolti contemporaneamente in più attività non lavorative 30

VISITE

Scheda colloqui con familiari e terze persone
Scheda altre persone ammesse alla visita

Procedura prevista per condannati - internati - appellanti e ricorrenti: i colloqui con familiari, conviventi e terze persone sono chiesti dal detenuto ed autorizzati dal direttore dell'istituto. I colloqui con terze persone possono essere autorizzati solo quando ricorrano ragionevoli motivi. I familiari, i conviventi e le terze persone ammessi al colloquio si presentano allo sportello dell'ufficio "rilascio colloqui". L'accesso al colloquio è preceduto dalla verifica dei documenti e dal controllo sulla persona con eventuale deposito di effetti personali indicati dall'operatore penitenziario.

Procedura prevista per gli imputati fino alla sentenza di I° grado: presentare il permesso rilasciato dall'Autorità giudiziaria che procede.

REPARTI GIORNI E ORARI

reparti collaboratori

mar09,00-15,00

mer09,00-15,00

gio09,00-15,00

ven09,00-15,00

sab09,00-15,00

reparto art, 13 L.45/01

lun09,00-15,00

 

reparto sanatoriale

lun09.00-15,00

 

Scheda per i colloqui avvocati

Orari colloqui con avvocati

lun15:00-19:00

mar15:00-19:00

mer15:00-19:00

gio15:00-19:00

ven15:00-19:00

sab15:00-19:00

 

COMUNICAZIONI

Scheda per le telefonate - carte telefoniche - skype

Altre informazioni sulle comunicazioni Tramite operatore penitenziario addetto alle telefonate detenuti attraverso linea riservata

Pacchi e denaro

Ogni Istituto stabilisce i generi e gli oggetti cui è consentito il possesso, l'acquisto o la ricezione. I detenuti e gli internati possono ricevere quattro pacchi al mese complessivamante di peso non superiore a venti chili, contenenti abbigliamento e alimenti che non richiedano manomissioni in sede di controllo.

COME FARE

per inviare pacchi Tramite il servizio di Poste Italiane

per consegnare pacchi Consegna diretta in occasione dello svolgimento dei previsti colloqui visivi

per inviare ai familiari i pacchi da parte del detenuto Tramite il servizio di Poste Italiane

generi alimentari AMMESSI Affettati sottovuoto max gr.100 – Carne cotta – Frutta di stagione – Formaggi sottovuoto – Olive snocciolate – Pane affettato – Pasta cotta non ripiena (solo per colloquio ex art. 61 O.P.) – Pesce cotto senza lisca – Pomodori – Salmone confezionato – Verdura cotta.

abbigliamento AMMESSO Accappatoio – Asciugamani – Calzini – Camicie – Cappotti – Felpe – Fazzoletti di cotone – Giacche – Giubbotti (non piuma d’oca) – Magliette – Maglioni – Maglie intime – mutande o boxer – Pantaloni – Pigiami – Tutte ginniche – Calze – Gonne- reggiseni (senza ferretti) – Lenzuola e federe – Coperte (non piuma d’oca) – Copriletto – Scarpe.

generi vari AMMESSI Contenitori in plastica – Piatti e bicchieri in plastica – Borse (da depositare in magazzino) – Foto – CD musicali (solo originali) – Orologi (cassa trasparente) - Pancera (solo con certificazione medica) – Riviste e Libri (secondo l'eventuale nulla osta dell'autorità giudiziaria)

CONSEGNARE - RICEVERE - INVIARE DENARO

Scheda per consegnare - ricevere - inviare denaro

foto PALIANO - CR
Indirizzo e riferimenti

indirizzo: Viale Garibaldi n. 6 03018 PALIANO
telefono: 0775578112
mail: cr.paliano@giustizia.it
pec: cr.paliano@giustiziacert.it
partita iva/codice fiscale: 8005750601

Personale
dati aggiornati al: 24/01/2018
previstieffettivi
polizia penitenziaria6850
educatori 32
amministrativi esclusi gli educatori1811
Capienza e presenze
dati aggiornati al: 24/01/2018
posti regolamentari140
posti regolamentari attuali non disponibili0
numero detenuti presenti78
Salute

ASL: FROSINONE
responsabile per il carcere: Enzo  Gentile

cartella medica digitale: No

Sono competenti per questo istituto

Provveditorato regionale: LAZIO - ABRUZZO - MOLISE
Ufficio esecuzione penale esterna: FROSINONE
Tribunale di sorveglianza: ROMA
Ufficio di sorveglianza: FROSINONE