salta al contenuto

Archivio - Formazione del personale

aggiornamento: 26 giugno 2009

aggiornamento: 24 giugno 2009

La formazione del personale ha lo scopo di aggiornare le conoscenze e accrescere le competenze dei dipendenti. Si ispira a modelli di sviluppo organizzativo capaci di sostenere il cambiamento anche nel lungo periodo. In tale ambito rappresenta uno strumento essenziale per gestire efficacemente l’innovazione e per garantire un elevato livello di qualità dei servizi.

Il suo ruolo strategico si realizza mediante una costante analisi dei fabbisogni formativi del personale e la conseguente pianificazione di quelle attività che maggiormente corrispondono alle esigenze dell’amministrazione e dei singoli individui.

Il ministero della giustizia assolve a tale funzione attraverso le strutture presenti nei singoli dipartimenti, che, secondo le rispettive competenze, curano la formazione del personale giudiziario in servizio nell’amministrazione centrale e negli uffici sul territorio, del personale dell’amministrazione penitenziaria e del personale della giustizia minorile.

Piani annuali della formazione per l'organizzazione giudiziaria

aggiornamento: 19 aprile 2011

Il Piano della Formazione per il personale dell’amministrazione giudiziaria viene redatto annualmente dalla Direzione generale del personale e della formazione, in attuazione a quanto previsto dal D.Lgs 165/01 (art. 7-bis). Ogni Piano rispetta gli indirizzi delineati dal Ministro della Funzione pubblica in ordine ai contenuti e alle metodologie, nonché le direttive ministeriali, con particolare riguardo ai fabbisogni connessi agli obiettivi dell'Amministrazione, alla programmazione delle assunzioni e alle innovazioni normative e tecnologiche intervenute.

Nel Piano, redatto per la prima volta nel 2003, confluiscono i fabbisogni formativi emersi da un’attività di rilevazione che impegna la struttura centrale per gli interventi destinati al personale in servizio presso l’Amministrazione centrale e gli uffici giudiziari centrali. Le sedi decentrate della Scuola e gli Uffici Formazione istituiti presso le Corti di Appello e le Procure Generali gestiscono le attività dirette al personale in servizio nei distretti giudiziari.

Per la redazione del Piano annuale e lo svolgimento dei corsi, la Corte di Cassazione e la Procura Generale presso la Corte si avvalgono di un Ufficio Unico Formazione.

Gli interventi formativi possono mantenere validità anche per i primi mesi dell’anno successivo a quello cui si riferiscono.

Piani annuali


Piani annuali della formazione per la giustizia minorile

aggiornamento: 19 maggio 2009

I piani annuali sono lo strumento con cui vengono perseguiti gli obiettivi della formazione che si riferiscono ai contenuti tecnici delle diverse professioni presenti nell’amministrazione, ma riguardano anche aspetti più generali. Sono rivolti a promuovere definizioni condivise dei problemi, convergenza di obiettivi di lavoro, individuazione di strategie per coniugare le competenze delle singole professionalità con le esigenze di produzione dell’organizzazione.

La formazione sostiene gli operatori sulle questioni rilevanti del loro lavoro, andando aldilà del mero aggiornamento professionale.

I destinatari sono i dirigenti e gli operatori degli uffici dell’amministrazione centrale e dei centri per la giustizia minorile, il personale appartenente all’Istituto centrale di formazione, i direttori dei servizi minorili, tutti gli operatori appartenenti alle qualifiche funzionali, delle aree tecnica, amministrativa e contabile e la polizia penitenziaria.

Piano 2009 (rtf, 568 kb)
 

Piani annuali della formazione per l'amministrazione penitenziaria

aggiornamento: 25 luglio 2012

Lo strumento per dare attuazione alla formazione è il Piano annuale con il quale vengono definite le competenze operative e assegnate alle due strutture del dipartimento che si occupano di formazione del personale dirigenziale e direttivo e del personale operativo: l’Istituto superiore studi penitenziari e la direzione generale del personale e della formazione.

Un importante contributo per l’elaborazione del Piano annuale è dato dalla Conferenza annuale della formazione. La conferenza è lo strumento di consultazione e confronto tra i protagonisti della formazione. I provveditori, i direttori delle direzioni generali e delle scuole di formazione fanno il punto sui fabbisogni formativi degli operatori e affrontano gli aspetti organizzativi e gestionali.

Nel Piano annuale della formazione sono inseriti i percorsi formativi promossi e organizzati dall’amministrazione.

Piani annuali