salta al contenuto

Modifica Convenzione per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità tra il Tribunale di BRINDISI e I'Ente Comune di Oria - 26 febbraio 2019

26 febbraio 2019

TRIBUNALE DI BRINDISI

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

ai sensi dell’artt. 168 bis c.p., art. 464 bis c.p.p., e art. 2 comma 1 del D.M. 8 giugno 2015, n. 88 del Ministero della Giustizia

L’anno 2019, il giorno 26 del mese di febbraio, nel Palazzo di Giustizia di Brindisi;

TRA

il Ministero della Giustizia che interviene al presente atto nella persona del Presidente del Tribunale di Brindisi – dott. Alfonso Pappalardo – domiciliato per la carica in via Lanzellotti n. 1

E

Comune di Oria (c.f. 80001550740) nella persona del Sig. Cosimo Delli Santi, Assessore ai Servizi Sociali e Famiglia, nato il 21.10.1973 a Sesto San Giovanni (MI) delegato del legale rappresentante (Sindaco dott.ssa Maria Carone),

Premesso

  • Che con richiesta n. 1787 prot. del 31/01/2018, pervenuta il 01/02/2019 (n. 249 prot.), il Comune di Oria manifestava la volontà di rinnovare la convenzione per la messa alla prova ai sensi dell’art. 168 bis c.p. stipulata in data 21.04 2017 con clausola di scadenza triennale e tacito rinnovo;
  • Che il Comune di Oria con la stessa nota chiedeva, altresì, di poter incrementare il numero degli imputati ammessi alla sospensione del processo con messa alla prova,  previsto all’art. 1 di detta convenzione , nella misura di due unità;

SI CONVIENE

di modificare l’articolo 1 della convenzione per la messa alla prova, stipulata con il Comune di Oria in data 21 aprile 2017, nel senso che ove si legge    numero  “due soggetti” deve   intendersi  “quattro“ e, quindi, come segue:

Art. 1

L'Ente consente che numero quattro soggetti svolgano presso le proprie strutture l'attività non retribuita in favore della collettività, per l'adempimento degli obblighi previsti dall'art. 168 bis codice penale. La sede presso la quali potrà essere svolta l'attività lavorativa è una dislocata sul territorio. L'ente informerà periodicamente Ia cancelleria del tribunale e l'ufficio di esecuzione penale esterna, sulla situazione dei posti di lavoro disponibili presso i propri centri per favorire l'attività di orientamento e avvio degli imputati al lavoro di pubblica utilità, e indirizzare Ie istanze pendenti presso gli uffici giudiziari.

Il Presidente del Tribunale
 dott. Alfonso Pappalardo 

per l’Ente, l’Assessore ai Servizi Sociali e Famiglia
Sig. Cosimo Delli Santi