salta al contenuto

Esperto per direzione tecnica sartoria - 29 marzo 2018 - Casa circondariale - VASTO - Avviso di selezione


Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Casa Lavoro con annessa Sez. Circondariale VASTO (CH)

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE ESPERTO PER DIREZIONE TECNICA LOCALE SARTORIA

Lavorazione industriale penitenziaria

Il DIRETTORE

Vista la Legge n. 354/1975 (Ordinamento Penitenziario);

Visto l’art. 20 bis del D.L. n. 187/1993, convertito con modificazioni nella L. n. 296/1993 e disposizioni connesse;

Visto l’art.2222 e ss. del Codice Civile;

Vista la necessità di avviare le procedure finalizzate alla selezione di un direttore tecnico delle lavorazioni di sartoria presso la Casa Lavoro con annessa Sezione Circondariale di Vasto per l’anno 2018;

Vista la nota n.26558 datata 26/03/2018 del P.R.A.P. per il Lazio, Abruzzo e Molise che invita questa Direzione alla ricerca del professionista idoneo ad assumere la direzione tecnica della lavorazione;

Visto il D.lgs.vo 18 aprile 2016 n.50 e s.m.i. (Codice dei Contratti);

Atteso che la dott.ssa Giuseppina Ruggero è il RUP del presente procedimento;

Attesi gli oneri di pubblicità legale e di trasparenza di cui all’art. 19 del Decreto n. 33/2013;

INDICE

Una selezione per titoli e prova tecnica per l'affidamento annuale dell'incarico di Direzione tecnica della lavorazione industriale della locale sartoria.
 

Oggetto e natura dell’incarico

L’incarico ha ad oggetto prestazioni d’opera per il ruolo di Responsabile Tecnico per la produzione di manufatti di sartoria presso l’Istituto Penitenziario di Vasto.

Le prestazioni riguarderanno principalmente le commesse per conto dell’Amministrazione Penitenziaria. L’incarico dovrà riguardare, in particolare, la formazione teorica e pratica dei detenuti lavoranti sulla specifica attività, avviandone o incrementandone la qualificazione professionale e sovraintendendo alle stesse attività nel rispetto degli obblighi di legge.

Ulteriori indicazioni su prestazioni richieste ed obblighi per il soggetto incaricato saranno specificati nella convenzione che sarà stipulata con il professionista vincitore della presente selezione.

Il rapporto instaurato con il soggetto esterno si qualifica come contratto di lavoro autonomo di natura professionale. In particolare l’incarico rientra nella categoria dei contratti d’opera di cui agli art 2222 e ss. del Codice Civile, nei quali l’opera o il servizio vengono compiuti prevalentemente con il lavoro personale del contraente, senza vincolo di subordinazione, fatto salvo il necessario coordinamento con il committente.

La durata della prestazione è prevista fino al 31/12/2018. Il compenso, da corrispondersi mensilmente, è stabilito nella misura di € 26,00 orari , iva inclusa, omnicomprensivo, per una prestazione settimanale che non potrà essere superiore a 20 ore, con esclusione di ogni altra gratificazione o indennità e di ogni trattamento previdenziale e assicurativo.

Il pagamento verrà corrisposto su rilascio della fattura elettronica ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 213 della legge 24/12/2007 n. 244 ; decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 3 aprile 2013 n. 55 , previa verifica della regolarità della prestazione resa secondo le modalità previste dallo schema di convenzione.
 

Requisiti e competenze dei candidati

Per l’ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

  • possesso della cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti civile e politici;
  • di non avere riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato né avere procedimenti penali pendenti a proprio carico;
  • di non essere stato destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale , ai sensi dell’art. 127 lettera d) del D.P.R. n. 3/1957;
  • di non trovarsi in alcuna situazione che precluda la capacità di sottoscrivere contratti con la Pubblica Amministrazione e di espletare l’incarico oggetto della selezione;
  • di essere in possesso di titoli comprovanti una valida esperienza maturata nel settore e/attestati di specifici corsi frequentati con superamento di esami finali;
  • di conoscere la lingua italiana scritta e parlata;
  • di avere preso visione dell’avviso pubblico e dello schema di convenzione, di conoscere ed accettare tutte le condizioni ivi previste e di essere disponibile a svolgere l’incarico relativo alla presente selezione;
  • di essere in possesso di valida esperienza del mestiere di sarto idonea all’esercizio delle funzioni afferenti l’incarico oggetto del bando;
  • possesso o impegno all’apertura di una partita IVA individuale.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione.
 

Domanda di partecipazione e termine di presentazione

Le domande di partecipazione, redatte secondo il fac-simile allegato all’avviso, dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 13.00 del 20/04/2018, inviandole con le seguenti modalità:

  • spedite tramite servizi postali o corriere al seguente indirizzo: CASA LAVORO CON ANNESSA SEZIONE CIRCONDARIALE DI VASTO Via Torre Sinello, 23 c.a.p. 66054 Vasto (CH);
  • consegna brevi mano presso l’Ufficio di protocollo il cui incaricato provvederà a rilasciare regolare ricevuta con numero di protocollo;
  • a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: cl.vasto@giustiziacert.it

Per il rispetto del predetto termine faranno fede unicamente la data di ricevimento all’Ufficio Protocollo della Segreteria. L’ Istituto declina qualsiasi responsabilità per le istanze pervenute oltre il termine indicato dal bando, per qualsiasi tipo di motivazione. Non fa fede il timbro postale per l’eventuale data di invio, anche se ricade nell’arco temporale previsto dal bando.

Nella domanda di partecipazione, debitamente sottoscritta dal candidato, dovranno essere riportati i seguenti dati e dichiarazioni da rendere sotto la propria responsabilità ai sensi degli art.46 e 47 del D.P.R. n.445/2000:

  1. cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale, telefono, recapito cui indirizzare ogni comunicazione relativa alla selezione;
  2. di essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
  3. di godere dei diritti civili e politici;
  4. di non avere riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato né avere procedimenti penali pendenti a proprio carico;
  5. di non essere stato destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi della normativa vigente;
  6. di non trovarsi in alcuna situazione che precluda la capacità di sottoscrizione contratti con la Pubblica Amministrazione e di espletare l’incarico oggetto della selezione;
  7. di essere in possesso di titoli comprovanti una valida esperienza maturata nel settore e/o attestati di specifici corsi frequentati con superamento di esami finali;
  8. di conoscere la lingua italiana scritta e parlata;
  9. di avere preso visione dell’avviso pubblico o dello schema di convenzione, di conoscere e accettare tutte le condizioni ivi previste e di essere disponibile a svolgere l’incarico relativo alla presente selezione;
  10. di essere in possesso di valida esperienza nel mestiere di sarto idonea all’esercizio delle funzioni afferenti l’incarico oggetto del bando;
  11. dichiarazione di possesso della partita IVA o di disponibilità all’apertura di una partita IVA.

La domanda dovrà essere corredata dai seguenti allegati:

  1. fotocopia di un documento d’identità del sottoscrittore;
  2. curriculum vitae professionale, datato e firmato dal candidato, completo di dati anagrafici, con descrizione dei titoli posseduti e delle esperienze maturate, nonché corredato di ogni altra documentazione che il candidato ritenga opportuno presentare al fine di comprovare la propria qualificazione e competenza alla specifica mansione.

La Direzione si riserva di accertare la veridicità di quanto dichiarato e nei casi di dichiarazioni mendaci, oltre all’immediata esclusione dalla procedura di selezione, ne sarà data notizia all’Autorità Giudiziaria competente.

Le istanze dovranno essere redatte secondo il modulo disponibile sul sito www.giustizia.it

Tutte le istanze dovranno essere firmate e contenere, pena l’esclusione, l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.L.vo n.196 del 30 giugno 2003.
 

Modalità e criteri di selezione dei candidati

Il Direttore dell’Istituto nominerà una commissione, da lui presieduta composta da due funzionari A.P. e da un consulente del settore. Detta commissione provvederà alla valutazione dei titoli (culturali e di servizio/esperienza) dichiarati nell’istanza e nei curricula pervenuti in tempo utile e dichiarati ammissibili.

Dopo la preselezione dei titoli, la commissione comunicherà ai candidati ammessi, la data per lo svolgimento della prova tecnica su un campione di manufatto direttamente presso la locale sartoria. Per la prova tecnica la commissione , integrata da un esperto tecnico dell’Amministrazione , potrà attribuire a ciascun candidato un punteggio da 3 a 8 punti cumulabili poi con la valutazione dei titoli.

La valutazione della commissione è complessiva ed è espressa in un voto finale e il punteggio è attribuito per ciascuna delle voci indicate, che verranno tra loro sommate in base ai seguenti titoli/indicatori:

  • attestati afferenti il superamento di corsi attinenti l’incarico da conferire: punti 2
  • diploma di istruzione secondaria superiore o laurea: punti 3
  • attività lavorativa o formazione specifica nella mansione richiesta svolta presso strutture dell’Amministrazione Penitenziaria: punti 3 per ogni anno (il punteggio sarà valutato in 12/12 in relazione ai mesi di effettivo servizio)
  • attività lavorativa o formazione specifica nella mansione richiesta svolta presso strutture diverse dell’Amministrazione Penitenziaria: punti 2 per ogni anno (il punteggio sarà valutato in 12/12 in relazione ai mesi di effettivo servizio)
  • conoscenza tecnica e documentata del funzionamento delle attrezzature e macchine per il taglio, la confezione e lo stiro di capi di abbigliamento formale (capospalla e pantalone): punti 3
  • conoscenza delle principali tecniche di controllo qualità: punti 3.
  • esperienza documentata nella gestione (coordinamento e supervisione) di personale coinvolto nel ciclo di produzione: punti 3
  • valutazione del colloquio attribuibile: punti da 0 a 5

All’esito della procedura di selezione il RUP predisporrà apposita graduatoria che sarà da lui firmata e pubblicata sul sito www.giustizia.it.

Tale graduatoria è comprensiva degli idonei e degli eventuali candidati esclusi, le cui motivazioni, per motivi di privacy, saranno comunicate ai diretti interessati, previo reclamo scritto.Il valore della graduatoria è triennale.

Qualora si dovessero verificare delle situazioni di parità di punteggio, la collocazione in graduatoria avverrà dando la precedenza al candidato con la più giovane età anagrafica.

L’incarico sarà conferito a norma del D.Lgs. n.165/01, anche in presenza di una sola istanza, debitamente documentata e rispondente ai requisiti di partecipazione sopra indicati, mediante contratto di prestazione d’opera professionale. Nello specifico si procederà alla stipula del contratto d’opera per l'anno 2018;
 

Modalità di impugnativa

Avverso la graduatoria è possibile il ricorso al TAR o, in alternativa, al Capo dello Stato, rispettivamente nei termini di 60 e 120 giorni dalla data di pubblicazione. Modalità di accesso agli atti - tutela della privacy I dati forniti dai candidati saranno trattati ai sensi del D. Lgs.196/2003, per i soli fini correlati alla gestione della presente selezione. Il trattamento dei dati avverrà anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di collaborazione libero-professionale per le necessità inerenti la gestione del rapporto medesimo. L’accesso agli atti è consentito nel rispetto della legge 7 agosto 1990, n.241 e s.m.i. L’interessato ha diritto all’accesso ai dati che lo riguardano, nonché di richiedere di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini difformi dalla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi illegittimi con le modalità e nei casi previsti nel D. Lgs.196/2003. Per l’istituto il responsabile per il trattamento dei dati è individuato nella persona del Direttore dell’Istituto.
 

Altre informazioni

L’Amministrazione si riserva, a proprio insindacabile giudizio, la facoltà di annullare o revocare in tutto o in parte la presente procedura e di non procedere all’affidamento dell’incarico, anche in relazione al reperimento delle risorse finanziarie a tale scopo necessarie, senza che ciò comporti pretesa alcuna da parte dei partecipanti alla selezione;l’incarico conferito verrà formalizzato mediante la stipulazione di contratto d’opera con il Provveditorato Regionale della Amministrazione Penitenziaria per il Lazio, Abruzzo e Molise.

Ai sensi dell’art.3 c.18 L. n.244/2007 i contratti relativi a rapporti di consulenza con le P.A. sono efficaci a decorrere dalla data di pubblicazione del nominativo del consulente, dell’oggetto dell’incarico e del relativo compenso sul sito istituzionale dell’amministrazione stipulante www.giustizia.it;

per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si fa riferimento alla normativa vigente in materia di conferimento di incarichi di collaborazione autonoma.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Ragioneria della Casa Lavoro di Vasto ai seguenti recapiti 0873/310901 e mail: cl.vasto@giustiziacert.it

Vasto, 29 marzo 2018

Il Direttore pro tempore
Giuseppina Ruggero