salta al contenuto

Servizio di ristorazione anno 2019 - Istituto penale per i minorenni - BOLOGNA - CIG 7621108147 - Bando di gara

11 ottobre 2018

Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità
Istituto Penale per i Minorenni
Bologna

BANDO DI GARA

1.1. Denominazione e indirizzi

Denominazione ufficiale: Istituto Penale per i Minorenni di Bologna
Indirizzo postale: Via De’ Marchi 5/2 – 40123 Bologna
Codice Nuts: ITH55
Tel. 051/233290- 238310
Posta elettronica: ipm.bologna.dgm@giustizia.it; PEC: ipm.bologna.dgm@giustiziacert.it
Fax: 051/223865
Indirizzi internet:
indirizzo principale: www.giustizia.it
indirizzo del profilo di committente: www.giustizia.it
1.2. Appalto congiunto: NO

1.3. Comunicazione:

I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: www.giustizia.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso: l’indirizzo sopra indicato
Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate presso: l’indirizzo sopra indicato

1.4. Tipo di amministrazione aggiudicatrice: Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale

1.5. Principali settori di attività: Servizi generali delle amministrazioni pubbliche

2.1. Entità dell'appalto

2.1.1. Denominazione: servizio di ristorazione (vitto ragazzi) nell’Istituto Penale per Minorenni di Bologna per l’anno 2019
2.1.2. Codice CPV principali: 55511000- 5 “Servizi di mensa e altri servizi di caffetteria per clientela ristretta”
2.1.3. Tipo di appalto: Servizi
2.1.4. Breve descrizione: servizio di vitto con preparazione pasti in centro di cottura dell’amministrazione in favore dei ragazzi ospiti nell’Istituto Penale per Minorenni di Bologna.
2.1.5. Valore totale stimato: Valore, IVA esclusa: 254.649,21 (indicare l’importo di cui alla lettera a) della tabella all’articolo 9 del DISCIPLINARE) Valuta: Euro
2.1.6. Informazioni relative ai lotti: Questo appalto è suddiviso in lotti: X NO

2.2. Descrizione

2.2.1. Denominazione: vedi precedente punto 2.1.1
2.2.2. Codice CPV principali: vedi precedente punto 2.1.2
2.2.3. Luogo di esecuzione: Istituto Penale per Minorenni di Bologna Codice NUTS: ITH55
2.2.4. Descrizione dell'appalto: vedi precedente punto 2.1.4
2.2.5. Criteri di aggiudicazione: I criteri indicati di seguito X Il prezzo non è il solo criterio di aggiudicazione e tutti i criteri sono indicati solo nei documenti di gara
2.2.6. Valore totale stimato: vedi precedente punto 2.1.5
2.2.7. Durata del contratto d'appalto: Durata in mesi: 12 mesi.
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo SI - L'Amministrazione Appaltante si riserva la facoltà di procedere alla ripetizione del servizio, ai sensi dell’art. 63 comma 5 del D.Lgs. 50/2016, per un periodo massimo di ulteriori dodici mesi. L’Aggiudicatario è obbligato ad accettare la ripetizione.
2.2.10. Informazioni sulle varianti: Sono autorizzate varianti NO
2.2.11. Informazioni relative alle opzioni: Opzioni X SI Descrizione delle opzioni:
L'Amministrazione Appaltante si riserva la facoltà di richiedere servizi aggiuntivi ai sensi dell’art. 106 comma 1 lettera a) del D.Lgs. 50/2016 nei limiti del 50% dell’importo a base d’asta. Detti servizi aggiuntivi consistono nell’aumento quantitativo dei servizi richiesti, ad esempio per aumento dell’utenza (es: apertura di nuove sezioni detentive, incremento dell’organico di sede etc). L’aggiudicatario è obbligato ad accettare le modifiche richieste ai sensi dell’art. 106 comma 1 lettera a). del D.Lgs. 50/2016.
L’Amministrazione si riserva altresì l’opzione di proroga, ai sensi dell’art. 106 comma 11 del D.Lgs. 50/2016. L’eventuale proroga è limitata al tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l'individuazione di un nuovo contraente. In tal caso il contraente è tenuto all'esecuzione delle prestazioni previste nel contratto agli stessi prezzi, patti e condizioni o più favorevoli per la stazione appaltante.
Inoltre, ai sensi dell’art. 106 comma 12 del D.Lgs. 50/2016, la stazione appaltante, qualora in corso di esecuzione si renda necessario un aumento o una diminuzione delle prestazioni fino a concorrenza del quinto dell'importo del contratto, può imporre all'appaltatore l'esecuzione alle stesse condizioni previste nel contratto originario. In tal caso l'appaltatore non può far valere il diritto alla risoluzione del contratto.
2.2.13. Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea: L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: NO

3.1. Condizioni di partecipazione

3.1.1. Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale: È ammessa la partecipazione dei soggetti di cui all’art. 45 del D.Lgs. n. 50/2016 con le modalità di cui agli artt. 47 e 48 del D.Lgs. n. 50/2016 alle seguenti condizioni:

  1. iscrizione nel Registro delle Imprese per attività inerenti l’oggetto dell’appalto o in uno dei registri professionali o commerciali dello Stato di residenza se si tratta di uno Stato dell’UE in conformità con quanto previsto dall’art. 83, comma 3, D.Lgs. 50/2016; per le sole società cooperative prive del requisito di cui al precede dente comma: iscrizione all'Albo delle società cooperative presso il Ministero dello Sviluppo economico ai sensi del D.M. 23.06.2004 per lo svolgimento di attività coincidenti con quella oggetto di appalto
  2. non sussistenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80, D.Lgs. n. 50/2016, di ogni altra situazione che determini l’esclusione dalle gare di appalto e/o l’incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione, nonché della causa interdittiva di cui all’art. 53, comma 16-ter, del D.lgs. n. 165/2001.

Trova applicazione la disciplina di cui all’art. 83, comma 9, del D. Lgs. n. 80/2016 secondo le modalità indicate nel Disciplinare di gara, la sanzione pecuniaria è pari al 5 per mille del valore di gara.

3.1.2. Capacità economica e finanziaria: Criteri di selezione indicati nei documenti di gara.
3.1.3. Capacità professionale e tecnica: Criteri di selezione indicati nei documenti di gara.

4.1. Descrizione

4.1.1. Tipo di procedura X Procedura aperta

4.2.2. Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 21/11/2018 Ora locale: 13.00
4.2.4. Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione: Italiano
4.2.6. Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta: L'offerta deve essere valida per 180 giorni solari e consecutivi a decorrere dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte.
4.2.7. Modalità di apertura delle offerte
Data: 26/11/2018 Ora locale: 10.00 Luogo: punto 1.1
Informazioni relative alle persone ammesse e alla procedura di apertura: sono indicate nella documentazione di gara.

6.1. Informazioni relative alla rinnovabilità: Si tratta di un appalto rinnovabile SI
6.3. Informazioni complementari:
Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel disciplinare di gara
6.4. Procedure di ricorso
6.4.1. Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale per l’ Emilia Romagna
6.4.3. Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi: Avverso il presente Bando è proponibile ricorso avanti il T.A.R. di Bologna entro 30 giorni dalla data di pubblicazione sul sito del Ministero della Giustizia.
6.5.Data di spedizione del presente avviso: 11/10/2018

Il Responsabile del procedimento
Alfonso Paggiarino