salta al contenuto


 

emblema della repubblica

Dipartimento per gli affari di giustizia
Direzione generale della giustizia civile

Il Direttore generale

visti gli articoli 1 e 8 della legge 29 dicembre 1990, n. 428, recante disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea;

visto il decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, di attuazione della direttiva n. 2005/36/CE del 7 settembre 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali;

visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 e successive integrazioni, contenente “Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi “ordinamenti”;

vista l’istanza di Folea Raluca Mirela, nata a Galati (Romania) il 29 gennaio 1985, cittadina rumena, diretta ad ottenere, ai sensi dell’art. 16 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, il riconoscimento del titolo professionale di Inginer diplomat, conseguito in Romania, ai fini dell’iscrizione nell’albo dei tecnologi alimentari e dell’esercizio in Italia della relativa professione;

considerato che la richiedente ha conseguito il titolo accademico-professionale di Inginer Diplomat – Ingenierie alimentara – Specializarea: Ingineria Produselor alimentare presso la Universitatea “Dunarea de Jos” din Galati, di durata quinquennale, nel luglio 2008 ed il Master – Ingenieria Mediului presso l’ Universitatea Politehnica din Bucaresti, di durata biennale, nel luglio 2016;

rilevato che la competente autorità rumena, attraverso il sistema IMI, ha confermato che il titolo accademico conseguito dalla richiedente configura una formazione regolamentata che le consente l’esercizio della professione in Romania;

preso atto che la domanda di riconoscimento della sig.ra Folea è stata esaminata nella conferenza dei servizi del 27 settembre 2018 in cui è stato espresso parere favorevole al riconoscimento ai fini dell’iscrizione nell’albo dei tecnologi alimentari, subordinatamente al superamento di una prova attitudinale scritta ed orale su sei materie, ovvero a un tirocinio di adattamento della durata di 12 mesi sulle medesime materie;

considerato che la richiedente in data 28 novembre 2018 ha presentato istanza di riesame di detto parere, producendo il programma analitico degli esami universitari svolti in Romania;

rilevato che la suddetta istanza di riesame è stata sottoposta alla conferenza di servizi nella seduta del 14 dicembre 2018, nella quale, con il conforme parere del rappresentante di categoria – di cui alla nota del 12 dicembre 2018 –, è stato riconosciuto che della documentazione prodotta dall’istante in allegato alla istanza di riesame emerge una sostanziale corrispondenza tra il percorso accademico seguito e quello del tecnologo alimentare italiano e, a modifica del parere precedentemente espresso, è stato espresso parere favorevole all’accoglimento dell’istanza di riesame;

ritenuto, in definitiva, che la sig.ra Folea abbia una formazione accademica e professionale completa ai fini dell’iscrizione nell’albo dei tecnologi alimentari in Italia, senza necessità di applicare misure compensative,

Decreta

a Folea Raluca Mirela, nata a Galati (Romania) il 29 gennaio 1985, cittadina rumena, è riconosciuto il titolo professionale conseguito in Romania quale titolo valido per l’iscrizione nell’albo dei tecnologi alimentari e per l’esercizio della relativa professione in Italia.

Roma, 8 gennaio 2019

Il Direttore generale
Michele Forziati