salta al contenuto

Transessuali in carcere (2015)

  • pubblicato nel 2015
  • autore: Antonella Paloscia
  • ricerche criminologiche
  • Ufficio Studi, ricerche, legislazione e rapporti internazionali
  • licenza di utilizzo: CC BY-NC-ND

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA
UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO
Ufficio Studi Ricerche Legislazione e Rapporti Internazionali

La ricerca intitolata One sex, two sexes and three gender: the struggle concerning the gender binarism in Italian prisons e condotta dall’Università di Padova (responsabile scientifico prof. G. Mosconi), affronta una tematica di particolare interesse per il DAP.

Le persone transessuali eseguono la pena  in sezioni separate e spesso isolate dagli altri detenuti. In assenza di interventi e attività che tengano in conto le loro esigenze specifiche,  possono essere esposti a particolari difficoltà di adattamento e comportamenti a rischio di autolesionismo. 

Finalità:

  • conoscere la situazione detentiva dei transessuali  nelle carceri italiane per fornire elementi utili all’osservazione e trattamento per favorire il loro reinserimento sociale.

Metodologia:

  • indagine quantitativa per avere una mappatura della detenzione dei transessuali in Italia 
  • ricerca empirica attraverso interviste e colloqui con i detenuti transessuali e gli operatori penitenziari, in collaborazione con l’equipe interna al carcere (GOT).