salta al contenuto

La violenza di genere dal Codice Rocco al Codice rosso. Un itinerario di riflessione plurale attraverso la complessità del fenomeno, a cura di Barbara Pezzini e Anna Lorenzetti, Torino, Giappichelli 2020

Copertina de La violenza di genere dal Codice Rocco al Codice Rosso, Giappichelli 2020

2 marzo 2021

Un’indagine a tutto campo sulla violenza di genere, fenomeno in crescita, come documentano le cronache degli ultimi anni. Nel 2019, in Italia, sono stati commessi 101 femminicidi (femminicidio: l’omicidio di una donna in quanto donna - la definizione è dell’EIGE, European Institute for Gender Equality), corrispondenti al 91% degli omicidi di donne secondo i dati ISTAT, ma molteplici e ugualmente devastanti sono le manifestazioni attraverso le quali si esplicano i comportamenti criminosi, come una cornice normativa completamente rinnovata con legge n. 69 del 19 luglio 2019, il c.d. Codice Rosso, ha avuto il pregio di evidenziare, introducendo nuove fattispecie di reato. Le autrici e gli autori del volume si interrogano sull’efficacia delle misure di contrasto e di tutela a sostegno delle vittime, a partire dal luogo di elezione della violenza domestica che è la famiglia, e più in generale le “relazioni strette”. Il volume dà conto della complessità del fenomeno con un approccio a più voci, alla ricerca di soluzioni operative, e senza trascurare i percorsi di giustizia riparativa, già esperiti in alcuni ambiti da diversi anni, che comprendono le persone offese, il reo e le altre persone coinvolte in interventi che “accolgono il conflitto”. In una prospettiva di prevenzione e di lungo periodo, sono illuminati i passaggi che attraverso rappresentazioni linguistiche cristallizzano gli stereotipi discriminatori e violenti, e si suggerisce di orientare l’azione verso un  cambiamento del racconto, in favore di un lessico diverso e pienamente inclusivo, come efficace strumento di lotta alle diseguaglianze basate sul genere.