salta al contenuto

Protezione dei dati personali

aggiornamento: 18 aprile 2019


INFORMATIVA

(Artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679)

La presente sezione contiene le informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano il sito web del Ministero della Giustizia o che, interagendo con il sito forniscono i propri dati personali. La presente informativa è resa, comunque, in generale per il trattamento dei dati personali da parte del titolare. Le informazioni rese non riguardano altri siti, pagine o servizi online raggiungibili tramite link ipertestuali eventualmente pubblicati nel sito, ma riferiti a risorse esterne al dominio del Ministero della giustizia.
 

Legislazione

  • Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)
     
  • Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali, recante disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento nazionale al regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (GU n.174 del 29-7-2003 - Suppl. Ordinario n. 123 )
     
  • Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 - Disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonchè alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (GU Serie Generale n.205 del 04-09-2018)
     
  • Decreto legislativo 18 maggio 2018, n. 51 - Attuazione della direttiva (UE) 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativa alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la decisione quadro 2008/977/GAI del Consiglio (GU n.119 del 24-5-2018 )  
     

Titolare del trattamento

Ministero della Giustizia
via Arenula n. 70 -  00186 Roma
tel. +39 - 06 68851 (centralino)
redazione@giustiziacert.it
 

Responsabile della protezione dei dati

dr.ssa Doris Lo Moro (D.M. 7 agosto 2018)
via Arenula n. 70 -  00186 Roma
tel + 39 06 6885 2283
responsabileprotezionedati@giustiziacert.it
responsabileprotezionedati@giustizia.it
 

Base giuridica e finalità del trattamento

I dati personali sono trattati dal Ministero della giustizia nell'esecuzione dei propri compiti pubblici o comunque connessi all'esercizio dei propri pubblici poteri e per le finalità connesse a questi compiti.
 

Modalità di trattamento

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. L'invio facoltativo, esplicito e volontario di messaggi agli indirizzi di contatto del Ministero nonché la compilazione e l'inoltro dei moduli presenti sui siti dell’Amministrazione, comportano l'acquisizione dei dati di contatto del mittente, necessari a rispondere, nonché di tutti i dati personali inclusi nelle comunicazioni. Specifiche informative sono pubblicate nelle pagine predisposte per l'erogazione di determinati servizi. I dati vengono in ogni caso conservati unicamente per il tempo necessario a realizzare la finalità perseguita.
 

Dati trattati per i concorsi

I dati personali forniti dai candidati sono raccolti dal Ministero della giustizia per le finalità di gestione del concorso, sono trattati presso una banca dati automatizzata e conservati anche successivamente all’instaurazione del rapporto di lavoro. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione al concorso. I predetti dati possono essere comunicati unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridico-economica del candidato. L’interessato gode dei diritti del Capo III del Regolamento UE n. 2016/679 e può esercitarli con le modalità previste dal Regolamento stesso. Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti dell'Ufficio del Ministero della giustizia responsabile del trattamento per il concorso. I risultati delle prove scritte e la graduatoria finale sono resi disponibili sul sito del Ministero della giustizia, alla voce Concorsi, esami, assunzioni per la durata massima di sessanta giorni.
 

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer e dei terminali utilizzati dagli utenti, gli indirizzi in notazione URI/URL (Uniform Resource Identifier/Locator) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, etc Questi dati, necessari per la fruizione dei servizi web, vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione o, comunque, dopo trenta giorni. I dati possono anche essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito, in tal caso i termini per la cancellazione sono sospesi. Accanto a questi dati, vengono trattati anche i dati personali relativi ai log degli utenti iscritti e abilitati all'Area Riservata per la consultazione dei documenti di lavoro.
 

Cookies

I cookies sono piccoli file di testo che il sito, durante la navigazione, invia al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi allo stesso sito alla visita successiva. Il sito utilizza: Cookie di sessione - L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente. Gli utenti hanno la possibilità di impostare i propri dispositivi in modo da accettare tutti i cookie, ricevere notifiche quando un cookie viene inviato o non ricevere affatto cookie. Per la gestione, attivazione e disattivazione dei cookie a seconda del browser utilizzato per visualizzare il sito vi forniamo i seguenti collegamenti a rubriche di aiuto dei browser più utilizzati: Internet Explorer, Safari, Chrome, Firefox, Opera.
 

Diritti degli interessati

Gli interessati hanno il diritto di ottenere dal Ministero della giustizia, nei casi previsti, l'accesso ai propri dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679 del 2016). L'apposita istanza all’Amministrazione è presentata attraverso l’indirizzo di contatto del titolare del trattamento (redazione@giustiziacert.it).
 

Diritto di reclamo

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti effettuato attraverso questo sito avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento UE n. 679 del 2016 hanno il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali, come previsto dall'art. 77 del Regolamento cit., o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento UE n. 679 del 2016).
Sito del Garante per la protezione dei dati personali: www.garanteprivacy.it
 

Modifiche alla presente informativa

La presente informativa è valida dal 18 aprile 2019 ed è soggetta ad aggiornamenti.
Gli utenti, pertanto, sono invitati a verificarne periodicamente il contenuto.