salta al contenuto

Dati
Schede trasparenza istituti penitenziari - 2018

ROMA Rebibbia - Casa circondariale 'Raffaele Cinotti'

Aggiornamento del: 31/01/2018 ore: 07:42:44

Caratteristiche e storia

Progettazione del 1960, inizio lavori nel 1965, apertura dell’istituto nel 1971, stanze singole 351, stanze multiple 319, superficie coperta 27 ettari, volumi edificati 354.000 mc. Rebibbia è un’area urbana del V municipio di Roma capitale. Fa parte del quartiere Ponte Mammolo che si trova sulla via Tiburtina prima del Casale di San Basilio nella periferia nord-est della città. Il nome richiama il casato del cardinale Scipione Rebiba, proprietario di una grande tenuta che costituiva l’attuale quartiere attorno a ponte Mammolo. L’istituto penitenziario è a forma pressoché quadrangolare con accesso da via Bartolo Longo e dalla via Tiburtina. E’ stato costruito con sistema panottico stellare ove dal centro è possibile osservare le sezioni detentive, consegnato nel 1972 ed è una piccola città. Le stanze di detenzione sono 649.

Come si raggiunge

in auto: Coordinate gps: latitudine 41.9306946 - longitudine 12.5741244 Per chi proviene da fuori Roma : uscita grande raccordo anulare n°13 direzione centro - strada provinciale ss 5 via Tiburtina - per circa 3,3 km fino all'altezza dell'hotel Industrial.Per chi proviene da Roma strada provinciale ss 5 via Tiburtina direzione grande raccordo anulare fino all'altezza dell'hotel Industrial - in alternativa accesso via Casal de' pazzi, prendere via Bartolo Longo, alla rotatoria prendere la prima via a destra, via Raffaele Majetti.

mezzi pubblici: Metro b, fermata Rebibbia, navetta ATAC per Polo penitenziario - oppure linea 311/341.

Spazi d'incontro con i visitatori
-5 sale colloqui - 5 a norma
-Si aree verdi
-Si ludoteca
Spazi e impianti comuni
-4 campi sportivi
-4 palestre
-21 aule
-1 teatro
-7 biblioteche
-1 locale di culto
-0 laboratorio
-1 officina
-0 mensa detenuti

altre informazioni su spazi e impianti: infermeria: è presente un reparto per detenuti affetti da malattie infettive, patologie acute (medicina generale) e per osservazione psichiatrica ex art. 112 r.e. in tutti i reparti detentivi è presente un’infermeria per le cure ordinarie e le terapie quotidiane. vi è inoltre un’infermeria centrale per le visite mediche di primo ingresso, per qualsiasi urgenza nonché per gli invii immediati all’ospedale esternocampi sportivi: tutti i reparti più grandi hanno un campo di calcio nonché campi da tennis per l’attività sportiva. palestra: in alcuni reparti detentivi è possibile fruire di una palestra al fine di agevolare l’esercizio fisico.sala teatro: è presente un teatro centrale ove vengono svolte le attività teatrali interne e dove vengono ospitati spettacoli presentati da compagnie esterne biblioteca: sono presenti in istituto biblioteche di reparto ed una biblioteca centrale alla quale possono accedere i detenuti per prelevare i libri ed effettuare incontri culturali, come assistere a presentazioni di libricappella/altri locali di culto: sono adibiti all’interno dei reparti detentivi locali per la pratica del culto. inoltre è presente in istituto una chiesa centrale ove si tengono le celebrazioni religiose tutte le domeniche con capienza di circa 300 detenuti.

Stanze di detenzione
stanza
detenzione
bagno
separato
finestra
bagno
docciabidetlavaboacqua
calda
luce
naturale
riscaldamento
309X
649XXX
306X
3X
3X

numero complessivo delle stanze in istituto 1270

Attività

Scheda sul lavoro in carcere

Scolastiche

alfabetizzazione
istituzionale  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 45

scuola primaria
volontariato  - attività in corso  - iscritti 50

scuola secondaria
istituzionale  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 50

corso di lingue
 - iscritti 50

scuola secondaria di 2° grado
Istituto tecnico - SCUOLA SUPERIORE I.T.I.S.  - anno scolastico 2017/2018  - attività in corso  - iscritti 147

poli universitari
economico-statistico, giuridico, letterario, politico-sociale, psicologico, matematico-scientifico

formazione professionale:

tipo di corsoagenzia formatriceattività
INFORMATICA - PATENTINO EUROPEOVIC CARITASin corso
OPERATORE CALL CENTERCUP BAMBIN GESU' ROMAin corso
CUCINAMEN AT WORKin corso
Lavorative

gestite dall'amministrazione penitenziaria Oltre ai lavori domestici sono presenti scrivani, bibliotecari, barbieri, falegnami, riparatori radio tv.
persone impiegate 293 con turnazione SI

gestite da terzi - centro cup ospedale bambino gesù (consorzio solco) 9 detenuti- centro per la torrefazione del caffè (panta coop arl)10+5 detenuti - centro per lo (socità cooperativa Rebibbia recicla) 35 detenuti- azienda agricola (socità cooperativa Rebibbia recicla) 2- data entry autostrade s.p.a. (coop. soc. pantacoop) 9 detenuti as3- officina fabbri (metalmorfosi) 4 detenuti- cucina detenuti (coop. soc. men at work) 24 detenuti- centro cottura (coop. soc. men at work) 3 detenuti- laboratorio fotografico (consorzio solco) 1 detenuto- data entry asl (consorzio solco) 2 detenuti- lavorazione della plastica (coop. soc. rebibbia recicla) 20 detenuti- azienda agricola e raccolta differenziata (coop. soc. rebibbiagricola) 4 detenuti- digitalizzazione dati per il tribunale di sorveglianza di roma (coop. soc. pantacoop) 8 detenuti
persone impiegate 61

Culturali e sportive

attività teatrali

>dal 2000 l’associazione “La ribalta” – Centro studi Enrico Maria Salerno cura iniziative a favore della diffusione della cultura teatrale presso la c.c. Roma Rebibbia n.c., realizzando laboratori di formazione, corsi di specializzazione ai mestieri dello spettacolo con 15 produzioni teatrali alle quali hanno assistito oltre 32.000 spettatori esterni (per il 60% studenti delle scuole superiori ed uniiversitari). Presso l’istituto sono attivi 3 laboratori teatrali gestiti dall’associazione “La ribalta”: presso la sezione penale, denominata g8, a cui partecipano circa 25 detenuti. Tale laboratorio si conclude ogni anno con uno spettacolo teatrale realizzato all’interno dell’istituto, anche per il pubblico esterno, tra cui i familiari degli attori. Da quattro anni lo spettacolo viene presentato all’esterno in teatri romani (per tre anni presso il teatro Quirino, nel 2013 presso il teatro Argentina). Un altro laboratorio si svolge presso la sezione alta sicurezza, ove gli spettacoli vengono replicati più volte durante il corso dell’anno ospitando anche gli studenti delle scuole superiori del territorio. gli attori del laboratorio teatrale alta sicurezza sono i protagonisti del film “cesare deve morire” dei fratelli taviani, girato interamente in carcere, vincitore dell’orso d’oro al festival di berlino. L’associazione “la ribalta” cura un ultimo laboratorio teatrale presso il reparto g9 - sezione precauzionali. - organizzato Centro studi Enrico Maria Salerno - anno 2015 - in corso - detenuti 95

attività sportive

>Campionato di calcio anche con squadre esterne, - organizzato AMMINISTRAZIONE - anno 2015 - in corso - detenuti 120
>Rugby - organizzato AMMINISTRAZIONE - anno 2015 - in corso - detenuti 10
>Vivi città - organizzato AMMINISTRAZIONE - anno 2015 - in corso - detenuti 110

attività culturali

>Radiogiornale - organizzato Volontariato - anno 2015 - in corso - detenuti 7

attività religiose

>Catechesi culto cattolico - organizzato Cappellano dell’Istituto - anno 2016 - in corso - detenuti 32
>Meditazione buddista - organizzato Volontariato - anno 2016 - in corso - detenuti 15
>Riti e celebrazioni islamiche. Ai musulmani è riservato vitto speciale e la possibilità di aderire al Ramadan - organizzato Imam - anno 2016 - in corso - detenuti 60
>Incontri testimoni di Geova - organizzato Ministro di culto - anno 2016 - in corso - detenuti 22

detenuti coinvolti contemporaneamente in più attività non lavorative 55

VISITE

Scheda colloqui con familiari e terze persone
Scheda altre persone ammesse alla visita

INDIRIZZO PER VISITATORI

Indirizzo: Via Tiburtina n. 70

Procedura prevista per condannati - internati - appellanti e ricorrenti: i colloqui con familiari, conviventi e terze persone sono chiesti dal detenuto ed autorizzati dal direttore dell'istituto. I colloqui con terze persone possono essere autorizzati solo quando ricorrano ragionevoli motivi. I familiari, i conviventi e le terze persone ammessi al colloquio si presentano allo sportello dell'ufficio "rilascio colloqui". L'accesso al colloquio è preceduto dalla verifica dei documenti e dal controllo sulla persona con eventuale deposito di effetti personali indicati dall'operatore penitenziario.

Altre modalità previste per condannati, internati, appellanti e ricorrenti: 1.procedura prevista nell’istituto: per poter accedere ai colloqui con il detenuto, i familiari debbono richiedere il colloquio tramite sportello. L’operatore verifica i documenti necessari. L’accesso al colloquio è preceduto dalla registrazione della persona tramite il sistema biometrico: l’interessato inserisce la propria mano in un’apposita cavità che assegna un “codice biometrico” personale, sia in entrata che in uscita, garantendo l’identità della persona.2. persone ammesse alla visita: sono di regola i familiari e conviventi iscritti all’anagrafe nonchè persone diverse da familiari e conviventi qualificate come terze persone se incensurate.Al colloquio con detenuti di media sicurezza possono accedere familiari fino al 4° grado previa verifica dei documenti nel numero max di 3 persone. Per i detenuti classificati alta sicurezza possono accedere max 3 persone fino al 3° grado di parentela.L’autorizzazione all’ingresso è concessa dal direttore se trattasi di detenuti condannati/appellanti/ricorrenti, altrimenti dall’autorità giudiziaria in caso di imputati e indagati. 3.documenti necessari per i visitatori: documento di riconoscimento in corso di validità – per i cittadini della comunità europea è ammessa l’autocertificazione – per i cittadini extracomunitari documento rilasciato dal consolato oppure documenti di riconoscimento tradotti in italiano da cui si evinca la parentela col detenuto. Il colloquio può essere richiesto dalle ore 7.30 alle ore 12.30. il colloquio deve concludersi entro le ore 15.00.Giorni: dal martedì al venerdì in base al reparto detentivo. I colloqui si svolgono a settimane alterne anche il lunedì, il sabato o la domenica, secondo un calendario che viene reso noto il mese precedente a quello di riferimento.A seconda della sussistenza o meno di reato ostativo ai sensi dell’art. 4 bis primo comma della l. 354/1975 i detenuti possono effettuare colloqui visivi nel numero mensile di 4 ore oppure di 6 ore.

Procedura prevista per gli imputati fino alla sentenza di I° grado: presentare il permesso rilasciato dall'Autorità giudiziaria che procede.

REPARTI GIORNI E ORARI

G 8

G 9

 

G 11

G 12

 

G12 T

G 12 2°P

 

G 14

 

Altri reparti e orari REPARTO G8: lunedì 7.30-12.30 ; martedì 7.30-15.00 ; giovedì 7.30-15.00 ; venerdì 7.30-12.30. REPEARTI G9, G11 e G12: lunedì 7.30-12.30 ; martedì 7.30-15.00 ; giovedì 7.30-15.00. REPARTO G12 AS: lunedì 7.30-12.30 ; mercoledì 7.30-12.30 ; venerdì 7.30-12.30. REPARTOG12 TB: martedì 7.30.15.00 ; venerdì 7.30-12.30.

PRENOTAZIONE COLLOQUI CON I FAMILIARI

online tramite il sito www.giustizia.it 

allo sportello il colloquio può essere prenotato allo sportello. Al momento è possibile prenotare online tramite apposito form sul sito giustizia.it.

Scheda per i colloqui avvocati

PRENOTAZIONE COLLOQUI CON AVVOCATI

telefono 0643980301 e-mail AVVOCATIMAGISTRATI.CC.REBIBBIANC.ROMA@GIUSTIZIA.IT

Orari colloqui con avvocati

lun09:00-14:00

mar09:00-14:00

mer09:00-14:00

gio09:00-14:00

ven09:00-14:00

sab09:00-14:00

 

Altre informazioni su visite e colloqui: gli avvocati regolarmente nominati possono accedere in istituto tutti i giorni. Possono eventualmente prenotare via telefono il colloquio da tenersi nella mattinata dalle 8.30-9.30.

COMUNICAZIONI

Scheda per le telefonate - carte telefoniche - skype

Altri aspetti non descritti nella scheda è prevista poi esclusivamente per i detenuti del circuito media sicurezza la possibilità di effettuare telefonate su utenza mobile purchè non abbiano effettuato ne’ colloqui visivi ne’ telefonici su utenza fissa per un periodo di almeno 15 giorni e a condizione che dichiarino di non poter mantenere contatti di alcun tipo con i familiari se non per mezzo di telefonate su cellulari. E’ richiesta ai fini della concessione della telefonata indicazione da parte del detenuto del numero di cellulare dei congiunti e la produzione di documentazione che comprovi la titolarità dell’utenza.

carte telefoniche SI

modalità di acquisto / utilizzo delle carte telefoniche ai detenuti viene consegnata una carta telefonica prepagata nella quale è inserita l’utenza o le utenze autorizzate, intestate a congiunti. il rilascio della scheda e’ subordinato alla verifica del rapporto di parentela con l’intestatario dell’utenza.

Pacchi e denaro

Ogni Istituto stabilisce i generi e gli oggetti cui è consentito il possesso, l'acquisto o la ricezione. I detenuti e gli internati possono ricevere quattro pacchi al mese complessivamante di peso non superiore a venti chili, contenenti abbigliamento e alimenti che non richiedano manomissioni in sede di controllo.

COME FARE

per inviare pacchi Possono essere inviati pacchi ai detenuti all'indirizzo dell'istituto nei limiti sopra descritti. Nel peso non vengono computati libri e giornali.

per consegnare pacchi I pacchi consegnati a mano devono essere recapitati presso la struttura del rilascio colloqui.

per inviare ai familiari i pacchi da parte del detenuto Tramite ufficio pacchi

generi alimentari AMMESSI Pasta: cruda, non ripiena, non fatta in casa, non cava, contenuta in confezioni trasparenti, no gnocchi, no lasagne, no cannelloni. Carne: no polpette, no ripieni, cotta, tagliata a pezzi o fettine, priva di osso e appena condita con solo olio o con una leggera spruzzata di pomodoro o leggera impanatura, di facile controllo, no carne macinata, no salsicce.Pesce: cotto, solo tranci senza testa, senza coda e senza spina centrale, e appena condita con solo olio o con una leggera spruzzata di pomodoro, di facile controllo, non sono ammesse fritture o panature.Verdura: cruda, tagliata, cotta in confezioni da 500g cadauna, anche in questo caso è vietata la frittura, no funghi.Formaggi: solo tipi stagionati a pezzi, non grattugiati, no formaggi freschi e cremosi, in confezioni trasparenti.Pane: solo casareccio, tagliato a fette.Affettati: di vario genere, in confezioni trasparenti, sono ammessi in confezioni sotto vuoto, tagliati a fette e ben visibili.Frutta: tutta ad esclusione delle banane, il melone, l'anguria e l'ananas sbucciati e a fette.Dolci: solo biscotti, ciambellone secco a fette, non sono ammesse farciture, le glassature e lo zucchero a velo.

abbigliamento AMMESSO asciugamani, calzini, canottiere, camicie, cappotti, sciarpe corte, fazzoletti, cappelli baschi, giacche non imbottite, guanti in lana o pelle non imbottiti, maglie,mutande, pantaloni, pigiami, tovaglioli, tuta ginnica, accappatoio, scarpe di cuoio, scarpe con gomma o para, scarpe scamosciate, scarpe da ginnastica, da tennis o da calcetto basse tipo Superga, senza molle, aria, tappi, imbottitura.

generi vari AMMESSI NO

CONSEGNARE - RICEVERE - INVIARE DENARO

Scheda per consegnare - ricevere - inviare denaro

Servizi

SPORTELLI
nomefunzione
PATRONATO ACLI-INPSCentro assistenza fiscale: pratiche disoccupazione, assegni familiari e pratiche pensionistiche
SPORTELLO SER.TPer i colloqui con i detenuti tossicodipendenti. Gli operatori del ser.t mantengono un rapporto continuo con l’area trattamentale a cui rappresentano eventuali esigenze dei detenuti
COLCentro orientamento al lavoro, in collaborazione con il comune di Roma
PIDPronto intervento detenuti, per l’inserimento lavorativo
ANTIGONEAntigone, per la consulenza legale
foto ROMA Rebibbia - CC_Roma_Cinotti
Indirizzo e riferimenti

indirizzo: via Raffaele Majetti n. 70 00156 ROMA
telefono: 06439801
mail: cc.rebibbianc.roma@giustizia.it
pec: cc.rebibbianc.roma@giustiziacert.it
partita iva/codice fiscale: 80182210585

Direttore

Rosella Santoro

Personale
dati aggiornati al: 31/01/2018
previstieffettivi
polizia penitenziaria851896
educatori 2017
amministrativi esclusi gli educatori9278
Capienza e presenze
dati aggiornati al: 31/01/2018
posti regolamentari1.212
posti regolamentari attuali non disponibili140
numero detenuti presenti1471
Salute

ASL: RMB
responsabile per il carcere: Pierino  Cimino

cartella medica digitale: No

Sono competenti per questo istituto

Provveditorato regionale: LAZIO - ABRUZZO - MOLISE
Ufficio esecuzione penale esterna: ROMA
Tribunale di sorveglianza: ROMA
Ufficio di sorveglianza: ROMA