salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 20 novembre 2009

Carcere di Udine: progetto Liberarsi

Immagine mani

Udine. Firmato nei giorni scorsi il Protocollo d’intesa relativo alla definizione di percorsi di reinserimento ed inclusione sociale delle persone adulte detenute ed ex-detenute tra Comune di Udine, Provincia, casa circondariale, Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli”, UEPE di Udine, Pordenone e Gorizia ed alcuni attori sociali quali l’Associazione Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine ONLUS, l’Associazione Icaro ONLUS, l’Associazione Società di San Vincenzo de Paoli Consiglio Centrale di Udine ONLUS e l’Associazione Speranza ONLUS.

Liberarsi - Percorsi di reinserimento ed inclusione sociale è un progetto finalizzato a rafforzare la rete territoriale integrata di sostegno al reinserimento e all’inclusione sociale delle persone adulte detenute, in esecuzione penale esterna ed ex-detenute che si trovino nel trimestre successivo al termine dell’esecuzione penale, in attuazione dell’art. 27 comma 3 della Costituzione italiana (“le pene … devono tendere alla rieducazione del condannato”), della legge 354/1975 (“nei confronti degli internati deve essere attuato un trattamento rieducativo che tenda … al reinserimento sociale”) ed in base all’attuazione di leggi regionali.

Tra le finalità del progetto, servizi di orientamento/informazione/segretariato sociale, formazione professionale, attività socio-culturali e progetti personalizzati finalizzati al recupero e al reinserimento della persona in stato detentivo. E’ stato istituito inoltre un Tavolo di regia con il compito di progettazione, monitoraggio e verifica delle attività previste dallo stesso protocollo.


[DC]