salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 19 luglio 2013

A Rebibbia si inaugura L'orto di casa
Evasioni d'estate: spettacoli al Pagliarelli

Inaugurazione Orto di casa

A Rebibbia si inaugura L'orto di casa

"Ricordo bene la fase embrionale di questo progetto, nato grazie ad un finanziamento dell'amministrazione comunale diversi anni fa" inizia così il vice sindaco di Roma Luigi Nieri intervenuto all'inaugurazione dell'Orto di casa. Si tratta di ELFO - Educazione al Lavoro per la Formazione di Operatori agricoli, progetto avviato grazie anche al finanziamento della Cassa delle ammende del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, ed in collaborazione con l'ENAIP e la Cooperativa Spazio Verde, che ha avviato a formazione 15 detenuti del carcere di Rebibbia per la riqualificazione di un'area agricola presente nel carcere. I detenuti hanno acquisito abilità e competenze tecnico-professionali nell'ambito dell'agricoltura biologica e le hanno subito messe a frutto: hanno coltivato la terra ed hanno personalmente curato l'orto, confrontandosi con produzioni orto-frutticole e floro-vivaistiche di alta qualità.

Ma questa é sola la prima parte del progetto, mentre la seconda parte, cioè la prospettiva, é quella di portare fuori dalle mura i prodotti, allargare la vendita - che ora avviene solo all'interno - anche all'esterno, magari attraverso gruppi d'acquisto solidali. Però, mentre il progetto si modifica e prende forma, ciò che di certo questa iniziativa ha in sè é la capacità rieducativa dei detenuti, le ricadute occupazionali e la possibilità di moltiplicare le loro chance di reinserimento nel tessuto produttivo e sociale delle nostre città.

All'inaugurazione dell'Orto di casa hanno partecipato oltre il vice sindaco Nieri, anche Stefano Ricca, direttore della Casa di reclusione di Rebibbia sezione maschile, Maria Claudia Di Paolo, Provveditore del Lazio, e Francesco Cascini, Direttore dell'ufficio per l'Attività ispettiva e di controllo.
Nieri ha portato, assieme al saluto di Roma capitale, anche "la promessa di un impegno della nuova amministrazione capitolina a sostenere iniziative di questo tipo".
 

Evasioni d'estate: spettacoli al Pagliarelli

La Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo anche quest'anno accoglie al proprio interno, grazie alla collaborazione con il Centro di Accoglienza Padre Nostro, fondato dal Beato don Giuseppe Puglisi, concerti, rappresentazioni teatrali e spettacoli di cabaret , nell'ambito del Festival Pagliarelli 2013 - Evasioni d'estate", che si terranno nel teatro e nello spazio polivalente della Casa circondariale. Tutti gli artisti che si esibiranno offriranno il loro contributo artistico in maniera gratuita.

Il festival, in programma dal 18 luglio al 13 settembre, si conclude con la proiezione del documentario Beata provvidenza proprio sul Centro di accoglienza fondato da Padre Puglisi, nel XX anniversario dell'uccisione.
La collaborazione fra il Pagliarelli e il Centro di accoglienza ha al proprio attivo altre collaborazioni e svariate attività all'interno del carcere: in particolare, le edizioni di Nuovissimo Cinemissimo Paradisissimo, che ha permesso ai detenuti la visione di film a cielo aperto nelle aree di passeggio.

[FEA]