salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 24 dicembre 2012

Castel Capuano: Processo simulato ad Antonietta De Pace

Invito a teatro

Si è concluso il ciclo degli eventi dedicati all’inaugurazione della Fondazione Castel Capuano, presieduta da Floretta Rolleri.
In un’insolita location  qual è quella di Castel Capuano, nell’Aula della Regina ha avuto luogo la rappresentazione teatrale dello storico processo del tribunale borbonico contro l’eroina risorgimentale Antonietta De Pace. Storia di passione e rivoluzione.

Antonietta De Pace nasce a Gallipoli nel 1818. Fin da giovanissima partecipa attivamente all’organizzazione dei moti insurrezionali nel periodo Risorgimentale. Contro di lei fu intentato un processo per cospirazione antigovernativa ma, contrariamente alle richieste della pena capitale,  fu assolta e poté così continuare la lotta per i suoi ideali.

Anna Bonaiuto ha vestito i panni dell’eroina risorgimentale, il ruolo del pubblico ministero è stato interpretato da Patrizia Imperato, magistrato della procura dei minori di Napoli.
Sono intervenuti all’evento il presidente della Corte di Appello di Napoli, Antonio Bonajuto, il presidente del comitato scientifico della Fondazione  e i capi degli uffici giudiziari oltre alle autorità civili e militari.
Ha concluso la manifestazione con una relazione su Il processo e la libertà di pensiero l’avvocato Mario Ruberto, segretario generale della Fondazione e  presidente del Centro Studi e Osservatorio per la giustizia “Castel Capuano”.

[PC]