salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 6 giugno 2008

Isernia: sportello informativo per reinserimento detenuti - Roma: protocollo d'intesa tra regione, prefettura e garante dei detenuti

6 giugno 2008

ISERNIA: SPORTELLO INFORMATIVO PER REINSERIMENTO DETENUTI


Presso la sala Raucci del comune di Isernia, è stato presentato nei giorni scorsi il progetto S.A.I.F., sportello di informazione, orientamento ed inserimento lavorativo che vede coinvolti i detenuti della casa circondariale di Isernia.

Il progetto, finanziato dal Piano Sociale della Regione Molise, è promosso dalla casa circondariale di Isernia e dall'Agenzia Formativa Praxis, in collaborazione con il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, la direzione Uepe Campobasso, l'assessorato alle Politiche Sociali, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Molise, l'Assessorato alle Politiche attive del lavoro della Provincia di Isernia, l'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Isernia, Inps sede Provinciale e Caritas Diocesana locale.

Lo sportello informativo, una delle prime esperienze sul territorio nazionale, opererà direttamente all'interno della struttura penitenziaria e fornirà, attraverso colloqui ed azioni di accompagnamento mirate da parte di operatori esperti, un servizio di orientamento per l'inserimento lavorativo degli ospiti della casa circondariale di Isernia.

Inoltre permetterà ai detenuti che vi accedono di usufruire di momenti individuali o di gruppo finalizzati a rafforzare le loro conoscenze in materia di politiche attive del lavoro, come la conoscenza nel contesto culturale del territorio di provenienza, del tessuto socio-economico locale, di diritti essenziali, di modalità di accesso ai servizi del territorio. Infine per i reclusi di altre etnie sarà a loro disposizione il servizio di interpretariato, mediazione culturale ed informazioni sulla vita interna dell'istituto con le rispettive regole ed opportunità.


ROMA: PROTOCOLLO D'INTESA TRA REGIONE, PREFETTURA E GARANTE DEI DETENUTI

Siglato nei giorni scorsi il primo protocollo d'intesa tra la Regione Lazio, la prefettura di Roma e l'ufficio del Garante dei detenuti del Lazio, per migliorare l'assistenza sanitaria degli ospiti immigrati dei Centri di identificazione ed espulsione.

L'ufficio del Garante offrirà prestazioni gratuite all'interno dell'ex Cpt di Ponte Galeria, garantendo cure sanitarie e controlli per la prevenzione di alcune patologie. In particolare, per la cura, il ricovero e l'assistenza urgente delle persone sieropositive all'HIV o affette da tubercolosi. Il protocollo avvierà rapporti istituzionali tra Centri e strutture ospedaliere di Roma, mentre il Garante regionale metterà a disposizione una odontoambulanza attrezzata di ortopantomografo digitale.