salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 18 maggio 2007

Padova: premiati detenuti pasticceri - Musica per i detenuti di Bollate - Chieti: lavoro esterno per i detenuti - Maratona letteraria nel carcere di Isili

18 maggio 2007
CARCERE DI PADOVA: I DETENUTI PASTICCERI PREMIATI CON UN PIATTO D'ARGENTO

L'Accademia della Cucina Italiana ha premiato con un Piatto D'Argento il laboratorio di pasticceria della casa di reclusione di Padova. Impegnata fin dal 1991 nel carcere di sicurezza Due Palazzi, la Cooperativa Giotto ha dato vita a molteplici attività formative per i detenuti sia all'interno che all'esterno del carcere. Il laboratorio di pasticceria nato nell'ottobre 2005, ha raggiunto in breve tempo traguardi ambiziosi quali la formazione, l'avviamento lavorativo, la produzione e la vendita delle specialità artigianale. L'attività di pasticceria della Casa di Reclusione, grazie alla collaborazione dei maestri pasticceri del Consorzio sociale Rebus e della cooperativa sociale Work Crossing-Ristorazione Forcellini, rappresenta uno sviluppo del progetto sperimentale del DAP-Ministero di Giustizia che prevede in cinque carceri italiane l'esternalizzazione del servizio di ristorazione dei reclusi.
MUSICA IN CARCERE PER I DETENUTI DI BOLLATE

Musica in Carcere nasce dalla volontà congiunta della fondazione orchestra sinfonica e coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi e da Telecom, per i detenuti del carcere di Bollate. Dopo il successo ottenuto nei concerti precedenti, quest'anno il progetto prevede una importante novità: un corso di percussioni, con lezioni bisettimanali, rivolte a 16 reclusi dell'istituto, e un corso di musica corale in 15 lezioni riservato ai tossicodipendenti del reparto a trattamento avanzato La Nave di San Vittore. Qui l'attività di canto corale è iniziata nei mesi scorsi con la formazione di un gruppo stabile che si esibirà in un concerto finale aperto al pubblico.


PROGETTO, LAVORO ESTERNO PER I DETENUTI DI CHIETI

Attività lavorativa esterna per cinque detenuti del carcere di Madonna del Freddo di Chieti, che si occuperanno di opere di giardinaggio. L'iniziativa fa parte di un progetto integrato di assistenza per il reinserimento dei detenuti avviato grazie ad una convenzione tra la casa circondariale di Chieti e l'azienda territoriale per l'edilizia residenziale, in collaborazione con la Caritas. I detenuti, selezionati tra coloro che hanno già usufruito di permessi premio, saranno impegnati nell'attività di potatura, pulizia delle aree scoperte, interventi di manutenzione ordinaria presso aree condominiali degli edifici popolari. I soggetti coinvolti, inizialmente lavoreranno quattro ore al giorno per tre giorni alla settimana e saranno accompagnati da volontari della Caritas che metteranno anche a loro disposizione, strumenti e abiti da lavoro.
MARATONA LETTERARIA EUROPEA NEL CARCERE DI ISILI

Si è svolta nei giorni scorsi a Verona la Maratona Europea di lettura che ha visto coinvolte, oltre all'Italia, altre otto nazioni europee: Bulgaria, Finlandia, Grecia, Polonia, Romania, Serbia, Spagna e Regno Unito. Obiettivo della manifestazione, promossa dalla Fondazione AIDA di Verona è quello di far conoscere in ogni paese, un autore tra i più rappresentativi delle nazioni partecipanti. Per l'Italia è stata invitata la Regione Sardegna, già apprezzata, a livello nazionale, lo scorso ottobre per l'organizzazione della manifestazione La lettura libera promossa nelle carceri di Alghero, Sassari, Quartucciu e Isili all'interno del progetto nazionale del Ministero per i Beni e le Attività culturali Ottobre piovono libri. I luoghi della lettura. E' stato proprio l'istituto penitenziario di Isili l'organizzatore della recente iniziativa culturale nell'isola: detenuti, educatori, amministratori locali e bibliotecari sono stati infatti coinvolti in una vera e propria maratona letteraria (dalle ore 11 fino a tarda notte), nella lettura del romanzo La coscienza di Zeno di Italo Svevo.