salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 16 settembre 2005

Venezia. Il carcere della Giudecca protagonista della decima Festa di San Servolo

image_15105
16 settembre 2005
In occasione della decima edizione della Festa di San Servolo, la Regione Veneto, la Provincia e il Comune di Venezia, in collaborazione con la Fondazione San Servolo e l'Associazione di volontariato penitenziario veneziano e padovano, organizzano una serie di appuntamenti.

Sabato 17 alle ore 18 proiezione di un documento filmato dal titolo Donne in sospeso, realizzato per Rai3 dalla redazione di Racconti di Vita, che narra storie dal carcere della Giudecca. Il titolo è lo stesso dell'omonimo volume di testimonianze realizzato dalle detenute dell'istituto sul tema della libertà. Le donne parlano dei loro affetti, di frammenti di storia di vita, delle loro relazioni con i figli e i mariti, e poi lo scrivono, "perché scrivere è anche un modo per prendersi cura di sé".

Partendo da questo spunto, Racconti di vita è entrato nel carcere filmando le donne durante la preparazione di una loro sfilata con costumi ispirati a dipinti di celebri artisti veneti e pian piano è sceso nella vita di ciascuna, raccontandone la quotidianità dietro le sbarre e descrivendo i piccoli e grandi eventi che rompono la routine, dalla visita di un figlio alla fine di una pena.

Sono donne in sospeso che in carcere tentano di non rinunciare alla loro voglia di vivere e di esprimersi con uno sguardo sempre rivolto al futuro.

Tra gli eventi della Festa di San Servolo, segnaliamo il convegno di domenica 18, alle ore 10, dal titolo Liberi e adesso?, nel quale i temi trattati sono relativi alle aspettative e ai problemi tra carcere e dopo carcere.

Per tutta la durata della manifestazione è allestita una vetrina della solidarietà con artigianato prodotto in carcere.