salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 19 agosto 2005

Carcere e attività trattamentali: iniziative anche d'estate

image_15097
19 agosto 2005
Corsi di istruzione e di formazione, laboratori teatrali e musicali, di scrittura, di arte. Negli istituti penitenziari italiani l'attività trattamentale dei detenuti non va in vacanza. Tante e diverse le iniziative avviate, in corso d'opera o concluse negli ultimi due mesi. Eccone una mini rassegna in pillole.

Vicenza, casa circondariale di Montorio, in cui si è dato vita all'iniziativa Chiara, una stella della notte, ovvero una marcia organizzata dalla Gioventù francescana con i Frati minori del Triveneto e a cui hanno partecipato dei detenuti.
Firenze e il progetto Twin apple per i detenuti dell'istituto penale minorile G. Meucci, che comporta una serie di attività manuali, un laboratorio musicale e uno di informatica.
Spoleto e la partita di calcetto giocata tra i giovani della città e i detenuti del supercarcere.
Potenza, nella cui casa circondariale sono stati attivati corsi di istruzione e di formazione in informatica, pelletteria, giardinaggio.
Giarre, istituto a custodia attenuata, con la mostra di prodotti dei laboratori di lavorazione della creta e il laboratorio di editoria.

Sono soltanto alcuni esempi delle tante attività che ricoprono carattere trattamentale e che per i detenuti costituiscono il primo passo per modificare il proprio progetto di vita.