salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 29 aprile 2005

Arte in carcere per il settimo centenario della Cappella degli Scrovegni

image_15059
29 aprile 2005
Set di quaderni, blocchi per appunti, portapenne, buste, carta da lettere, poster e cartoline: questi alcuni dei prodotti di cartotecnica confezionati da alcuni detenuti della casa di reclusione di Padova in occasione dei settecento anni dalla consacrazione della cappella degli Scrovegni (1305-2005).

La creazione artigianale di prodotti di cartotecnica, come mezzo di reinserimento dei detenuti, s'ispira a scene e dettagli degli affreschi di Giotto. Gli oggetti sono stati realizzati in un laboratorio interno all'istituto penitenziario.
All'iniziativa partecipano due cooperative sociali padovane, la Giotto, che ha avviato l'operazione imprenditoriale e ne cura gli aspetti commerciali, e la Cusl, che ha gestito il laboratorio di cartotecnica interno al carcere.