salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 13 marzo 2015

Brugherio: una casa confiscata ospita 
il futuro dei detenuti di Monza

Carcere di Monza

Dapprima la giustizia lo ha sottratto alla criminalità organizzata e poi, pensando anche di restituire dignità al luogo, lo ha messo a disposizione di coloro che la società vuole recuperare, sottraendoli al crimine e rimettendoli in pista. Insomma, si tratta di un appartamento che, grazie all'accordo tra il Comune di Brugherio e la cooperativa sociale Monza 2000, ospiterà detenuti della Casa circondariale di Monza per un percorso di reinserimento sociale e lavorativo. Non tutti, dunque, ma coloro che abbiano un residuo di pena tale da poter essere ammessi alla fruizione di permessi premio e misure esterne al carcere, e non per un lungo periodo, ma per un arco di tempo complessivamente di dodici mesi, con sei mesi iniziali più una eventuale proroga. Il sostegno, però, e l'organizzazione che si muove attorno a questo progetto, denominato "Piano regionale per la promozione e lo sviluppo di una rete a favore delle persone sottoposte a provvedimenti dell'Autorità giudiziaria e delle loro famiglie", sono fatti per estendersi e aiutare un numero sempre più ampio di persone che hanno bisogno di riguadagnare il proprio posto nella società.

L'appartamento inaugurato, composto di ampie stanze che saranno arredate con mobili prodotti dalla falegnameria interna alla Casa circondariale di Monza, é uno dei diversi alloggi presenti nei comuni della provincia e le persone che verranno ospitate dovranno sottoscrivere il cosiddetto Patto di buona convivenza, che disegnerà i confini della permanenza e dei comportamenti da tenere sia all'interno sia all'esterno della casa. Il sostegno e la solidarietà che le istituzioni hanno voluto mettere in campo con questo progetto, sono stati evidentemente contagiosi, se é vero, come ha detto Paolo Piffer, coordinatore del progetto per la Cooperativa Monza 2000, che i vicini di casa hanno dimostrato una straordinaria empatia nei confronti dei nuovi arrivati.


[FEA]