salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 6 marzo 2015

Made in carcere: l'8 marzo é un braccialetto colorato

Braccialetti made in carcere

Le detenute impegnate nelle sartorie presenti in molti istituti di pena stanno producendo, per il prossimo 8 marzo, 380 mila braccialetti colorati Made in carcere, che verranno distribuiti nei supermercati Conad. Grazie alla cooperativa no profit Officina creativa, negli istituti femminili verranno confezionati braccialetti in lycra colorata riciclata, residuo della lavorazione tessile messa a disposizione dalla Carvico spa e dal consorzio Mare moda. Il ricavato della vendita verrà devoluto in parte alle donne detenute ed in parte all'associazione D.i.re. (Donne in rete contro la violenza), che raggruppa 70 centri antiviolenza presenti in Italia, che offrono aiuto alle donne che hanno subito violenza, ospitandole in case rifugio, prestando accoglienza telefonica ed assistendole in diversi modi.

I braccialetti, come tutto ciò che viene realizzato nelle sezioni femminili di alcuni istituti penitenziari, sono certificati dal Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria attraverso il marchio Sigillo che, nato nel 2009, ne garantisce l'eticità e la qualità, coordinando lo sviluppo della imprenditorialità femminile.