salta al contenuto

www.giustizia.it

mercoledì 19 novembre 2014

Carcere di San Vittore
La Compagnia al Piccolo con San Vittore Globe Theatre

San Vittore Globe Theatre

Questa sera e domani, al Piccolo Teatro Studio Melato, va in scena il San Vittore Globe Theatre, spettacolo in tre quadri, liberamente ispirato alle opere di Alda Merini, Giovanni Testori e William Shakespeare, diretto da Donatella Massimilla e interpretato dalla Compagnia teatrale Dentro e Fuori San Vittore. Grazie all'Edge Project e all'Osservatorio sulla legalità organizzato proprio dal Piccolo, alla direzione del carcere e alla magistratura di sorveglianza, il Centro Europeo Teatro e Carcere, che da vent'anni lavora nelle carceri con una compagnia di artisti, giovani, cittadini e detenuti ha fatto avere la "libera uscita" a questo progetto, provato nelle stanze e nei corridoi del carcere milanese.

Il primo atto "Donne folli?" é una selezione di poesie di Alda Merini, scelte dalle detenute; il secondo, "Voci dal Macbetto", in cui i ruoli maschili sono interpretati dalle donne, é la loro lettera per Giovanni Testori; il terzo atto "Sogno o son desta?", trasforma le streghe in fate e le tavole del palcoscenico in quelle di una rotonda sul mare.

Nel sito del Piccolo si può leggere questa frase: "Perché vederlo? Per avvicinarsi a un mondo nascosto ai nostri occhi, lasciandosi sorprendere da un’esperienza unica, e per riconoscere quanto teatro e cultura siano opportunità di cambiamento per chi li fa e per chi ne è spettatore." Giusta, non solo per motivare, chi può, ad andarlo a vedere, ma soprattutto per far capire quanto il teatro, l'arte, l'impegno, possano essere portatori di cambiamento, riescano a far nascere progetti e prospettive.

 

[FEA]