salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 7 novembre 2014

Carcere di Volterra - Compagnia della Fortezza 
Al Verdi di Pisa con
Santo Genet

Santo Genet (foto di scena)

La Compagnia della Fortezza inaugura domani, 8 novembre, la stagione di prosa del Teatro Verdi di Pisa con lo spettacolo Santo Genet scritto da Armando Punzo "dopo due anni di lavoro sull'opera del drammaturgo francese" che, come spiega l'autore "pur sempre meno di moda resta un autore di grandissima attualità".

La Compagnia teatrale tra le più affermate a livello europeo, potendosi fregiare di quattro UBU, gli oscar italiani del teatro, nasce come progetto di Laboratorio teatrale nella Casa di reclusione di Volterra nell'agosto del 1988, grazie a Carte Blanche e con la direzione di Armando Punzo. Cresce e si sviluppa, grazie all'entusiasmo che incontra e all'assiduità e alla continuità del lavoro che viene svolto con i detenuti: il risultato é la produzione di almeno un lavoro l'anno.

Dopo tanto lavoro, la Compagnia della Fortezza é pronta per uscire dalle mura e calcare il palcoscenico dei principali teatri: nel 1993 é proprio il Verdi di Pisa che ospita il primo spettacolo all'esterno, Marat-Sade. Dalla nascita son passati venticinque anni ed é una storia di tutto rispetto.

Domani un altro sipario da aprire, ma per arrivare a quelle luci che si spengono in sala ci sono stati prima tutta una serie di eventi in vari luoghi della città: il 24 ottobre la Normale di Pisa ha ospitato la lectio magistralis di Armando Punzo e il Foyer del Verdi sta ospitando la mostra fotografica di avvicinamento allo spettacolo Verso Genet. Il 9 novembre si replica in pomeridiana e sarà presente il ministro della Giustizia Andrea Orlando, che prima incontrerà tutti gli attori della Compagnia e il loro storico regista.


[FEA]