salta al contenuto

www.giustizia.it

sabato 18 gennaio 2014

MinGiustizia: la Direttiva del ministro per il 2014

Migliorare l'efficienza del sistema giudiziario, puntando sul ricorso a forme di mediazione e sulla razionalizzazione del sistema organizzativo, sull'informatizzazione delle procedure e la digitalizzazione degli atti processuali. Riformare il sistema carcerario e il settore dell'esecuzione della pena, per uscire dall'emergenza e rientrare nelle indicazioni della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. E, sul piano internazionale, rafforzare ed ampliare gli strumenti della cooperazione giudiziaria e dello scambio di informazioni, anche in vista della imminente presidenza italiana dell’Unione Europea nel secondo semestre del 2014. Sono questi alcuni fra gli obiettivi e le priorità che il guardasigilli Annamaria Cancellieri ha inserito nella Direttiva del Ministro per l'anno 2014, il documento annuale - siglato a fine anno - cui dovrà uniformarsi l'azione dell’intera struttura ministeriale per "contribuire all’avvio di una nuova e più efficiente stagione per la giustizia italiana".