salta al contenuto

www.giustizia.it

mercoledì 27 novembre 2013

Carcere più umano: intervista al guardasigilli

Il 28 maggio 2014 scadrà il termine concesso all’Italia dalla Corte Europea per ricondurre la situazione detentiva a condizioni dignitose, ma già a fine novembre prossimo andranno consegnate le linee di intervento con le quali il nostro paese intende procedere. Annamaria Cancellieri, ministro della Giustizia, anticipa, in un’intervista al settimanale Oggi, i contenuti del progetto: “Le direttrici sono tre – afferma-. Il primo intervento, normativo, punta a ridurre i flussi di ingresso in carcere e a rendere più fluido l’accesso alle misure alternative”.

Quanto alla seconda linea di intervento il ministro punta a cambiare il regime di detenzione e “al miglioramento della vita affettiva”, come lei stessa dichiara.

Parlando del terzo punto del programma, poi, il guardasigilli Cancellieri sottolinea: “Le carceri vanno ristrutturate, risanate e, quando necessario, vanno abbattute e riscostruite”. Nell’esporre i propri obiettivi, il ministro della Giustizia si mostra determinata a procedere: “Si parla di cose concrete, di situazioni che vanno risolte e che intendo portare positivamente a termine”.

[BF]