salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 10 gennaio 2013

Carceri: il bilancio della guardasigilli

Roma. Nel tracciare un bilancio degli interventi compiuti per contrastare il sovraffollamento carcerario e di quelli che porterà a compimento prima di lasciare il suo Dicastero, in un'intervista al quotidiano Avvenire oggi in edicola, la guardasigilli Paola Severino spiega il proprio avvilimento dopo la sentenza della Corte di Strasburgo: "Sapere di aver affrontato il problema, di averlo avviato verso la soluzione, ma di non averlo definitivamente risolto, perchè occorre dell'altro tempo...". Eppure, con la tenacia che la contraddistingue, la ministro della Giustizia guarda avanti agli impegni che dovrà affrontare prima che il suo incarico volga a termine: l'imminente inaugurazione del carcere di Arghillà, i fondi destinati al lavoro per i detenuti e gli interventi di edilizia carceraria.

[MVC]