salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 9 novembre 2012

Severino a Il Messaggero: "Adesso le pene alternative"

"Il disegno di legge sulle misure alternative, attualmente all'esame della Camera, sarebbe il completamento del pacchetto carceri avviato con il decreto salvacarceri, che fu il primo atto del Governo in materia di giustizia". Lo afferma la ministro della Giustizia Paola Severino in un'intervista rilasciata a Massimo Martinelli su Il Messaggero oggi in edicola.

"L'introduzione delle pene detentive  non carcerarie - continua la guardasigilli - e dell'istituto della messa alla prova, potrebbero essere applicati ai delitti che non destano allarme sociale, puniti in astratto con pene sino a 4 anni [...] Questo tipo di misura sarà di esclusiva valutazione del giudice e consentirebbe di evitare il processo".

Nell'intervista a Il Messaggero, inoltre, la ministro Paola Severino tocca il punto del lavoro all'interno delle carceri che, secondo studi e ricerche europee, diminuirebbe la recidiva e conclude ribadendo che "metterò tutta la mia ormai nota tenacia perchè questo provvedimento sia definitivamente varato entro il termine della legislatura".

[GL]