salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 23 luglio 2012

Severino: a Napoli occorre una primavera di legalità

Alla vigilia della visita all'istituto penitenziario di Poggioreale, intervistata dal quotidiano Il Mattino, la ministro della Giustizia Paola Severino si interroga, da napoletana, sul tema della legalità: "Ma è possibile che a Napoli la legalità, il concetto del rispetto delle regole, talvolta anche di quelle più elementari, resti perennemente un argomento sul quale dibattere?" (...) Mi chiedo quali zavorre - prosegue - ancora trattengano sott'acqua Napoli su un tema così forte e determinante per la ragione di ogni sviluppo sociale ed economico che è il rispetto della legalità".

Eppure, afferma la guardasigilli al giornalista Giuseppe Crimaldi, "magistratura e forze dell'ordine qui lavorano e hanno in passato lavorato benissimo". Forse che, allora, il problema più che in termini repressivi riguardi la prevenzione del fenomeno criminale? "Quel che manca ancora, a mio parere - dichiara Paola Severino - è un più rigoroso impegno delle famiglie nella formazione delle coscienze dei figli, dei più giovani. Ecco, qui vedo un mezzo deserto, mentre è proprio dalle famiglie e nelle famiglie che devono nascere e devono formarsi i primi fondamentali anticorpi rispetto alla criminalità ed alle sue suggestioni".

[MB]