salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 22 marzo 2012

Severino: Firenze, scuola magistratura quasi pronta

Scandicci, Villa Castelpulci.  Quando il 29 gennaio 2011 il presidente della Corte d'Appello di Firenze, Fabio Massimo Drago, durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario annunciò che "la prestigiosa Villa Castelpulci nel territorio del comune di Scandicci"  era stata individuata come sede di una delle tre scuole superiori della magistratura e che il completamento dei lavori di restauro era stato previsto per la fine del 2011, forse qualcuno fra il pubblico, legittimamente, pensò "ottimista" e si preparò a qualche altro annuncio, dilatorio ma molto ben motivato.


Poi a luglio la notizia: tutte le parti, Comune, Provincia, vertici della magistratura fiorentina, assessori all'edilizia, avevano trovato e definito l'accordo, i fondi erano stanziati. Insomma, i lavori potevano iniziare.


E così, Villa Castelpulci, fino a qualche tempo prima ospedale psichiatrico, che aveva  ospitato anche il grande poeta Dino Campana, e che poi nel 1973 (ben prima della Legge Basaglia) era stato chiuso, si preparava ad una nuova trasformazione.


Ieri mattina, a sorpresa, la guardasigilli Paola Severino é arrivata a Scandicci per un sopralluogo top secret "ho voluto verificare di persona l'andamento dei lavori". A Fabrizio Morviducci che l'ha intervistata per La Nazione, ha detto "Praticamente il restauro é terminato. Mancano solo alcune aree esterne". Si partirà utilizzando "una porzione della struttura, per entrare progressivamente nel pieno possesso" ed entro sei-otto mesi, i primi corsi potrebbero cominciare.

[FEA]