salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 23 novembre 2017

Lotta alle mafie: Orlando, fabbrichiamo anticorpi nella società

"Riconoscere che la mafia non é ormai solo nelle regioni di insediamento tradizionale...é un utile segnale di consapevolezza" è quello che il Ministro della giustizia Andrea Orlando, nell'intervista rilasciata a Giuseppe Guastella per il Corriere della sera, propone per iniziare a comprendere che si ha bisogno "di nuovi strumenti per contrastarla" ma che, allo stesso tempo, é necessario creare un nuovo humus sociale, anticorpi, così li chiama, che costruiscano "soggetti sociali, economici e politici, istituzionali e professionali che siano impermeabili alla mafia".

Gli Stati Generali della Lotta alle Mafie, oggi e domani a Palazzo Reale a Milano, presentano approfondimenti, elaborazioni, iniziative e proposte per contrastare con sempre più forza tutte le mafie "sul fronte sociale, economico, finanziario e politico", perchè, come dice Orlando: "Se la mafia non avesse addentellati in questi ambiti, sarebbe criminalità comune".