salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 11 marzo 2011

Alfano: riforma non è crociata contro magistrati

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano

"In una democrazia che funziona il potere esecutivo, quello legislativo e quello giudiziario collaborano e giocano insieme la stessa partita per una grande squadra che si chiama Stato, che si chiama Italia".

Ospite del Tg1, il guardasigilli Angelino Alfano torna sulla riforma costituzionale della giustizia approvata dal Governo. E sulle critiche dell'Anm, osserva: "L'Anm essendo un sindacato esprime una protesta. Noi proponiamo, loro protestano ma li capisco: probabilmente lo fanno per ragioni corporative perché tocchiamo qualche privilegio".

 

[MVC]