salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 2 maggio 2008

CELESTINA TINELLI, componente laico del Csm

Promosso dal Dipartimento dell'Organizzazione Giudiziaria del ministero della Giustizia e dalla Funzione Pubblica, prende il via in 35 sedi giudiziarie il progetto Diffusione di best practices. Finanziata dal Fondo Sociale Europeo con la collaborazione di Regioni e Province autonome, l'iniziativa si propone l'obiettivo di migliorare le risposte degli uffici giudiziari attraverso lo sviluppo dei processi di lavoro e di comunicazione interna ed esterna. Alla riunione conclusiva, svoltasi il 22 aprile scorso alla presenza del guardasigilli Luigi Scotti e dei capi degli uffici che hanno aderito al progetto, è intervenuta Celestina Tinelli, componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura che ha illustrato le ragioni per cui "il Csm approva questa sfida lanciata dal ministero".