salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 3 aprile 2017

Professioni: Orlando rilancia su equo compenso e clausole vessatorie

"Anni di crisi hanno spinto ai margini del mercato del lavoro fasce significative di giovani professionisti per effetto, da un lato, della contrazione della domanda occupazionale altamente qualificata e, dall'altro, di una scelta di lavoro professionale quasi obbligata in mancanza di altri sbocchi". Questo è il grido d'allarme che il ministro della Giustizia Andrea Orlando lancia, sulle colonne del settimanale ItaliaOggi Sette oggi in edicola, ragionando sulle problematiche del mondo delle libere professioni.

Il guardasigilli, nel suo intervento, auspica che agli interventi già avviati dal dicastero di via Arenula "il Governo voglia quanto prima dar seguito" e che vengano tradotti "entro la fine della legislatura in una legge dello Stato".

 

​[GL]