salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 4 agosto 2016

Terrorismo: Orlando, possibile ruolo Isis in flusso migranti

"Ci sono elementi che fanno ipotizzare un ruolo dell'Isis sulla gestione del flusso di migranti verso l'Europa. E' una pista investigativa che ha preso corpo nelle ultime settimane". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando in un'intervista pubblicata sul Corriere della sera oggi in edicola. Sul radicalismo islamico nelle carceri, il guardasigilli spiega: "rispetto ai circa 10.000 detenuti di religione islamica, di cui 7.500 praticanti, parliamo di 350 persone che a vario titolo destano segnali di preoccupazione". Ma grazie al monitoraggio continuo e al coordinamento reale tra forze di intelligence e di polizia, "interveniamo con spostamenti da un istituto all'altro e altre precauzioni, anche per evitare il rischio del proselitismo".

L'ultima parte dell'interrvista, raccolta da Giovanni Bianconi, è dedicata alla riforma del processo penale attualmente al Senato, che approderà in Aula il 13 settembre e che Orlando auspica possa essere approvata entro la fine dell'estate. Sulla prescrizione, il guardasigilli conferma: "per i reati contro la pubblica amministrazione abbiamo evitato il rischio di veder morire i processi prima della loro conclusione". Sulle intercettazioni, infine, "il nostro testo risale a due anni fa e il fatto che ci siano le circolari delle Procure è la conferma che ci vuole una legge, perchè la tutela della privacy non può essere diversa in un luogo dove la procura ha emanato direttive da un altro dove questo non è successo".

[MB]