salta al contenuto

www.giustizia.it

mercoledì 3 agosto 2016

Orlando-Martina: la guerra al caporalato è un dovere

"Il voto in Senato alla legge proposta dal governo contro il caporalato rappresenta una tappa decisiva a cui abbiamo lavorato con impegno. Finalmente, dopo anni di discussioni a vuoto, si passa ai fatti definendo nuove azioni di repressione e prevenzione per combattere un fenomeno che purtroppo ha radici antiche. Questa legge è un "mai più" opposto allo sfruttamento, a sostegno della dignità di ogni lavoratrice e lavoratore". Si apre così l'articolo firmato dai titolari della Giustizia e delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Andrea Orlando e Maurizio Martina, pubblicato dal Corriere della Sera oggi in edicola.

Per “combattere questa piaga come si contrasta la mafia” , i due ministri presentano le linee guida del provvedimento che ha appena ricevuto il via libera dell’aula di Palazzo Madama e confidano, ora, “in un lavoro serrato alla Camera per poter approvare definitivamente la legge e scrivere così una nuova pagina giusta a sostegno del lavoro”.

[MaB]

Allegati