salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 7 luglio 2016

Emmanuel: Orlando, odio e razzismo non prevarranno

"La tragica morte di Emmanuel Chidi Namdi, a Fermo, non ha nulla della fatalità, dell'incidente o anche soltanto della sfortuna. Emmanuel non si è trovato affatto al posto sbagliato nel momento sbagliato: era a fianco della sua donna ed era in un Paese, l'Italia, che offre asilo ai rifugiati, che fuggono dagli orrori della guerra. Dovremmo essere fieri dell'impegno che mettiamo nell'affrontare un'emergenza umanitaria senza precedenti; siamo costretti invece a provare vergogna per una violenza stupida e insensata." inizia così il post che il Ministro della giustizia Andrea Orlando ha voluto dedicare alla morte atroce e insensata che ieri, 6 luglio,  ha consumato "l'ennesima vittima  di campagne d'odio che oramai si propagano in maniera virale".