salta al contenuto

www.giustizia.it

mercoledì 30 marzo 2016

Orlando: regole certe e garanzie per risposta letale a terrore

"Il terrorismo jihadista ha oggi una dimensione prevalentemente sovranazionale, le indagini "territoriali" assumono un segno chiaro soltanto se un'intelligenza collocata su una scala più grande è in grado di ricostruire, di tessere fila non visibili nella scala territoriale, di rintracciare le connessioni tra le reti criminali, le vie di finanziamento, i modelli di reclutamento, le relazioni tra i network nazionali". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando, in un articolo a sua firma su Il Foglio di oggi, spiega perchè sia di vitale importanza una procura europea antiterrorismo. "Se vogliamo - come noi vogliamo con forza - che intelligence, polizie e in generale apparati di sicurezza agiscano in una dimensione sovranazionale, l'unica in grado di porsi sulla stessa scala dei network del terrore, è giusto portare sulla stessa scala il potere giurisdizionale".