salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 18 dicembre 2015

Carceri: Orlando, riconoscere dignità é misericordia laica

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando interviene sulle colonne del quotidiano Avvenire oggi in edicola e avvia una riflessione sulle carceri, partendo dal messaggio del Pontefice per la 49° Giornata mondiale della pace, divulgato subito dopo l'apertura del Giubileo della misericordia.

Il guardasigilli considera "uno dei punti qualificanti dell'azione svolta in questi mesi la riduzione del degradante e intollerabile sovraffollamento delle carceri italiane", che molte volte aveva esposto il nostro Paese al giudizio della CEDU. La diminuzione dei detenuti che ha portato in sostanziale parità il loro numero con la capienza degli istituti é ovviamente motivo di soddisfazione per Orlando che però, sa perfettamente quanto ancora ci sia da fare, proprio per onorare il dettato costituzionale che considera la pena non solo ristoro per la società che ha patito il danno ma anche strumento attraverso il quale rieducare e riabilitare il condannato. Ed é proprio lo spiraglio di speranza nel futuro che la rieducazione lascia immaginare che il guardasigilli definisce "misericordia laica": il riconoscimento "della dignità umana sempre, anche là dove essa sembra non esserci o si nasconde".

[FEA]