salta al contenuto

www.giustizia.it

giovedì 26 marzo 2015

Giustizia: Ministero e Csm siglano accordo su scambio dati

Giustizia: Ministero e Csm siglano accordo su scambio dati: un momento della riunione di lavoro in Sala Livatino Giustizia: Ministero e Csm siglano accordo su scambio dati: Andrea Orlando e Giovanni Legnini firmano il protocollo d'intesa

Il Consiglio Superiore della Magistratura ed il Ministero della Giustizia hanno stipulato oggi un importante protocollo d’intesa che consentirà il miglioramento qualitativo della messa a disposizione dei dati statistici di interesse del Consiglio Superiore della Magistratura e degli Uffici Giudiziari dal sistema del datawarehouse del Ministero della Giustizia.

L’accordo siglato a via Arenula dal Ministro Andrea Orlando e dal Vice Presidente Giovanni Legnini è fondamentale in vista dei lavori, appena iniziati, di reingegnerizzazione del sistema informatico del Csm e prevede inoltre lo scambio, in modalità digitale, di ulteriori informazioni di interesse istituzionale.

“L'accordo – sottolinea il Guardasigilli Orlando – è un importante contributo all'attuazione del complessivo miglioramento del servizio e dell’efficienza del sistema giudiziario anche nell'ottica di una maggiore trasparenza. Siamo particolarmente lieti che anche il Csm possa da oggi dotarsi delle avanzate prestazioni di rilevazione statistica che il datawarehouse del Ministero della giustizia è oggi in grado di offrire”.

Il protocollo è il frutto del virtuoso meccanismo di collaborazione tra i due organismi istituzionali favorito dai lavori del Comitato paritetico tra il Ministero e il Csm, costituito proprio nell'ottica dell'individuazione di soluzioni condivise in ordine alle questioni in materia di organizzazione giudiziaria.

“Il Csm è fortemente impegnato in un complessivo progetto d’investimento e miglioramento dell’organizzazione degli Uffici Giudiziari anche attraverso l’individuazione e la diffusione di buone prassi che facciano affidamento su dati statistici ed informativi affidabili” dichiarano, congiuntamente, il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini ed il Consigliere Antonello Ardituro, coordinatore dei lavori del Comitato Paritetico.

 

[MaB]