salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 28 dicembre 2018

Fino a maggio gli agenti della Penitenziaria controlleranno i varchi dei Tribunali

Il servizio di controllo dei varchi di accesso ai tribunali italiani da parte di personale di Polizia Penitenziaria sarà prorogato fino all'inizio del prossimo mese di maggio. La disposizione è stata emanata nei giorni scorsi dal Capo Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini. Intanto è stato attivato un gruppo di lavoro, d’intesa con il ministro Alfonso Bonafede, che procederà a una valutazione in termini economici per l’affidamento tramite appalto dell'attività di sorveglianza degli ingressi dei Palazzi di Giustizia a servizi di vigilanza privata. L’obiettivo è trovare una soluzione univoca per tutti i tribunali e recuperare così un numero cospicuo di agenti da reimpiegare negli istituti penitenziari.
 
 
“In particolare - ha affermato Basentini in una nota - il caso dei Palazzi di Giustizia di Roma, Napoli e Napoli Nord riguarda un centinaio di agenti e crea grave discapito alle necessità della Polizia Penitenziaria, che nelle carceri è sistematicamente vittima di aggressioni e violenze. La situazione esclusiva dei soli tre tribunali deve, rimanendo inalterato l’organico generale, cedere il passo alle esigenze di sicurezza e di incolumità del personale che presta servizio negli Istituti penitenziari”.
 
Il provvedimento del Capo del Dap è stato oggi salutato con soddisfazione da Massimo Costantino, segretario Generale Aggiunto CISL FNS Lazio.
 
[CV]