salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 24 marzo 2014

Emergenza carceri: Orlando a Strasburgo
"Pronto un pacchetto di dati, proposte e politiche"

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Emergenza carceri e disagio dei detenuti negli istituti penitenziari: il ministro della Giustizia Andrea Orlando si reca oggi a Strasburgo per una serie di incontri e colloqui con i vertici del Consiglio d'Europa e della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.

Il guardasigilli presenta un pacchetto di misure "con dati, proposte, politiche e convenzioni" sulle quali, assicura Orlando, "stiamo lavorando ventiquattro ore su ventiquattro" per risolvere l'emergenza prima della scadenza del 28 maggio prossimo, termine concesso all’Italia dalla Corte Europea per risolvere la questione. La Corte ha infatti temporaneamente sospeso un notevole numero di ricorsi simili a quello della cosiddetta sentenza Torreggiani, che potrebbero portare a rilevanti sanzioni anche economiche nei confronti dell'Italia nel caso in cui le proposte avanzate dal Governo non riuscissero a convincere le due istituzioni europee.

Questa l'agenda degli appuntamenti.

Lunedì 24 marzo
Alle ore 19:15, il guardasigilli incontra la vice segretaria generale del Consiglio d'Europa Gabriella Battaini Dragoni.

 


Martedì 25 marzo
Si parte alle ore 10:30 al Palais de l'Europe, dove il ministro Orlando incontra il segretario generale del Consiglio d'Europa Thorbjørn Jagland.
 


Alle ore 11:30, presso il Palazzo dei Diritti dell'Uomo, colloquio con il presidente della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo Dean Spielmann e il vice presidente Guido Raimondi. Segue una breve visita all'Ufficio Centrale della Corte e all'Aula delle udienze.

 


Nel pomeriggio, alle ore 14:45, di nuovo presso il Palais de l'Europe, il guardasigilli incontra l'Alto Commissario del Consiglio d'Europa per i Diritti dell'Uomo Nils Muižnieks.
 

[MB]