salta al contenuto

www.giustizia.it

sabato 27 aprile 2013

Giustizia: Annamaria Cancellieri è il nuovo guardasigilli
Succede a Paola Severino Di Benedetto

Annamaria Cancellieri
Roma. Dal Viminale a Via Arenula: Annamaria Cancellieri, già titolare del Ministero dell'Interno nel governo Monti, è il nuovo ministro della Giustizia nell'esecutivo guidato da Enrico Letta. Succede a Paola Severino Di Benedetto.

"Voglio innanzitutto ringraziare il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Primo ministro Enrico Letta per la fiducia che mi hanno voluto accordare. Sono onorata di andare a ricoprire questo delicatissimo incarico e mi impegnerò al massimo per esserne all'altezza. Continuerò a servire lo Stato come ho fatto per tutta la mia carriera e come ho fatto in questi 16 mesi al Viminale. Un'esperienza che mi rimarrà nel cuore per la quale voglio ringraziare con affetto il Presidente Mario Monti". Queste le prime parole del nuovo guardasigilli.

Annamaria Cancellieri è nata a Roma il 22 ottobre del 1943. Laureata in Scienze politiche, inizia la carriera direttiva al ministero dell'Interno partendo da Milano, nel 1972. Nel 1993 viene nominata prefetto ed esercita l'incarico in diverse città italiane: i primi incarichi li ricopre a Vicenza, a Bergamo e a Brescia, poi arriva nel 2003 a Catania e, infine, torna al Nord nel 2008 alla guida della prefettura Genova. Nel febbraio 2010 è stata nominata commissario straordinario di Bologna e nell'ottobre del 2011 ha svolto lo stesso incarico nel comune di Parma, tornando alla guida della città dopo una precedente esperienza avuta nel 1994. Dal novembre del 2011 l'esperienza nel governo presieduto da Mario Monti, con l'incarico di responsabile del Viminale.

Domattina alle ore 11:30, nel Salone delle Feste del Quirinale, il giuramento davanti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
 
[MB]