salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 23 gennaio 2012

Il Governo vara il decreto sulle liberalizzazioni
Severino: "Niente muri, non è una rivoluzione"

La ministra della Giustizia Paola Severino

Abrogazione delle tariffe professionali  e facoltà per il cliente di chiedere un preventivo al suo legale, semplificazione dell’accesso dei giovani all’esercizio della professione con la possibilità di svolgere il tirocinio già durante l’ultimo biennio di studi. Ma anche Tribunale delle imprese, specializzato in diritto dell’economia,  incremento del numero dei notai nell’ordine di 500 nuovi professionisti  e concorrenza nei distretti. Questi gli obiettivi reali, concreti, fortemente voluti e motivati dalla ministra della Giustizia Paola Severino che, inseriti in un pacchetto di riforme strutturali per la crescita, sono stati varati con decreto-legge nel corso dell’ultimo Consiglio dei Ministri del 20 gennaio scorso.


“Le misure adottate non sono rivoluzionarie, ma tappe di avvicinamento a un obiettivo che contemperi concorrenza e miglioramento della qualità nelle professioni”, così la guardasigilli, che al termine della riunione ha illustrato la riforma nella conferenza stampa di Palazzo Chigi, riassume l’intervento del Governo in una intervista rilasciata a Donatella Stasio e pubblicata su Il Sole 24 Ore di ieri.

 

[FEA]