salta al contenuto

www.giustizia.it

venerdì 23 settembre 2011

UE: Palma a Bruxelles per riunione Consiglio GAI
Incontri con Viviane Reding e omologo tedesco

Unione Europea

Bruxelles. E' "cosa estremamente positiva" il varo da parte dell'Unione Europea "del provvedimento sulla protezione delle vittime sull'intero territorio europeo". Così il guardasigilli Nitto Francesco Palma, al termine dei lavori del Consiglio dei Ministri europei della Giustizia convocato dalla presidenza polacca, commenta il via libera al cosiddetto 'Ordine di protezione europeo', che tutela le vittime di reati come stalking, intimidazioni o violenze.

Ieri sera il ministro ha partecipato ad un pranzo di lavoro insieme ai ministri della Giustizia appartenenti al Partito Popolare Europeo, a margine del quale ha incontrato il vicepresidente della Commissione Europea e Commissario alla Giustizia Viviane Reding.

Nella mattinata odierna, Palma è intervenuto alla 3111ma Sessione del Consiglio dei Ministri europei della Giustizia. Fra i temi in agenda, oltre alla proposta di Direttiva sull’Ordine di protezione europeo, la proposta di Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio sul diritto all’informazione nei procedimenti penali e sul diritto di comunicare al momento dell’arresto, quella di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio per creare un Ordine Europeo di protezione dei Conti allo scopo di facilitare il recupero dei crediti transfrontalieri in materia civile e commerciale e infine una Comunicazione della Commissione in tema di formazione giudiziaria.

A margine dei lavori del Consiglio, il guardasigilli ha incontrato il suo omologo tedesco Sabine Leutheusser-Schnarrenberger.

 

[FEA]