salta al contenuto

www.giustizia.it

lunedì 25 settembre 2017

Italia-Cina: Orlando a Pechino in visita ufficiale
Cooperazione giudiziaria, informatizzazione, lotta a corruzione

I ministri della Giustizia di Italia e Cina Andrea Orlando e Zhang Jun I ministri della Giustizia di Italia e Cina Andrea Orlando e Zhang Jun e le rispettive delegazioni Il ministro Andrea Orlando e il presidente Meng Jianzhu Pechino, Università Normale. Andrea Orlando intervistato al termine della visita all’Istituto di Diritto Penale con il Centro G20 per la lotta alla corruzione

Pechino. Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, accompagnato da una delegazione ministeriale e dai rappresentanti degli Ordini dei notai, degli avvocati e dei commercialisti, è da questa mattina a Pechino in visita ufficiale fino al 27 settembre.

Il primo appuntamento del Guardasigilli è stato con il presidente della Commissione per gli Affari Sociali e Giuridici del Comitato Centrale del PCC, Meng Jianzhu. Successivamente, per consolidare la collaborazione nel settore giustizia e favorire i già ottimi rapporti economici e commerciali tra i due Paesi, si è tenuto un incontro con i rappresentanti dell'Ordine degli avvocati presso la All China Lawyers Association della capitale cinese.

Nel pomeriggio, il Ministro Orlando ha incontrato il suo omologo della Repubblica Popolare Cinese, Zhang Jun. Il Guardasigilli ha ricordato che, nel 2014, il nostro Paese ha siglato un importante accordo di cooperazione giudiziaria con la Cina ed è fondamentale assicurare la continuazione della cooperazione e lo sviluppo di quell'accordo.

"Questa in corso - ha dichiarato Orlando - è una missione del sistema giudiziario italiano. I nostri due sistemi vivono fasi evolutive diverse, ma abbiamo in comune con voi alcune sfide. In particolare mi riferisco alla cooperazione giudiziaria in campo civile e all'auspicabile scambio di informazioni ed esperienze nell'ambito dell'informatizzazione del sistema giudiziario".
 


Gli impegni proseguiranno domani, 26 settembre, con la visita al penitenziario femminile di Pechino mentre, nel pomeriggio, incontrerà il presidente della Commissione per gli Affari Interni e Giuridici dell’Assemblea Nazionale del Popolo, Ma Wen. A seguire, alle 16:30,  il Guardasigilli visiterà l’Istituto di Diritto Penale con il Centro G20 per la lotta alla corruzione, presso l’Università Normale di Pechino, dove incontrerà una delegazione di giuristi e terrà un breve intervento.
 


Il 27 settembre, infine, il Ministro Andrea Orlando visiterà la Corte Suprema del Popolo e, in particolare, il Centro di informatizzazione dell’attività giudiziaria, proseguendo poi con la visita al Centro ITC di acquisizione digitale dei dati della Corte stessa. Le ultime due visite previste dal nutrito programma di impegni, saranno al Collegio Nazionale dei Giudici e alla Corte di Pechino per la proprietà intellettuale, dove sarà ricevuto dai relativi presidenti.
 

[GL]